Solskjaer amarissimo: “Il peggior giorno della mia carriera allo United”

Il tecnico uscito a pezzi dal confronto con Mou, ma non cerca scuse.

di Redazione Il Posticipo

Una sconfitta umiliante. Soslkjaer è uscito a pezzi dal confronto con il Tottenham e Mourinho e non va neanche a caccia di scuse. Il tecnico norvegese, senza girarci troppo intorno, ammette quanto sia stata dura vivere l’esperienza del 6-1 casalingo subito dagli spurs.

AMARO – Il tecnico, come riportato dalla BBC non usa mezzi termini: “È il giorno peggiore della mia carriera come allenatore del Manchester United e il giorno peggiore per i giocatori dello United. Spiegare cosa sia successo adesso è abbastanza difficile. Siamo stati battuti 6-1 in casa da un’ottima squadra, ma abbiamo contribuito molto alla nostra stessa sconfitta. Il cartellino rosso fa molta differenza. Martia sa che non dovrebbe reagire in quel modo. In ogni caso sono convinto che i miei giocatori siano molto più forti di ciò che ha detto questa sera il campo”.

NAZIONALI  –  La sosta , in questo senso, potrebbe aiutare. “Ho giocato tante partite e vissuto grandi sconfitte ma ci siamo ripresi. Dobbiamo solo lasciare che i ragazzi se ne vadano in nazionale dove troveranno il modo di staccare. Dopo un risultato come questo è necessario liberare la mente e la testa e guardare avanti. A volte si commettono errori, fa parte della vita anche se siamo stati puniti ad ogni occasione. Comunque non possiamo accettare prestazioni come questa. E me ne prendo totalmente la responsabilità”

MERCATO – Resta la possibilità di rinforzarsi sul mercato, anche se resta pochissimo tempo. “Cerchiamo sempre di rafforzarci ma sappiamo che i giocatori che sono qui sono molto più forti di così anche se di fronte a una sconfitta come questa devi guardarti allo specchio. Non posso dire altro. Avremmo dovuto difenderci meglio, chiudere ogni possibilità ma non siamo stati aggressivi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy