Solari e una scelta molto…egoistica: gioca Courtois per far contento Florentino Perez

Da quando al Real Madrid è arrivato Santiago Solari, qualcosa è effettivamente cambiato. E c’è una scelta che segna una netta cesura rispetto alla gestione del suo predecessore. Stop all’alternanza tra i pali, ormai il portiere titolare del Real è Courtois. Ma perchè? Qualcuno pensa male…

di Redazione Il Posticipo

Da quando al Real Madrid è arrivato Santiago Solari, qualcosa è effettivamente cambiato. In primis, i Blancos sono imbattuti con il nuovo allenatore, avendo vinto tre partite in tre competizioni diverse (Copa del Rey, Liga e Champions League). Poi cominciano a vedersi in campo alcuni degli acquisti estivi che Lopetegui faceva fatica a integrare non solo nell’undici titolare, come Vinicius o Odriozola. Ma soprattutto, c’è una scelta che ormai sembra parecchio chiara e che segna una netta cesura rispetto alla gestione del suo predecessore. Stop all’alternanza tra i pali, ormai il portiere titolare del Real è Courtois, con buona pace di Keylor Navas.

SCELTA – Finchè in panchina c’è stato Lopetegui, l’estremo difensore della Costa Rica aveva mantenuto il suo posto in Champions League, rimediando anche un paio di presenze in campionato. Ma ora pare proprio che dovrà rassegnarsi a diventare il numero 12, nonostante la sua maglia reciti 1. I motivi della scelta? Li analizza Sport.es, che segnala ragioni di campo, di mercato e…diplomatiche. Intanto Solari considera semplicemente Courtois il miglior portiere dei due e visto che non crede nell’alternanza il belga è l’estremo difensore designato, punto e basta. Una scelta che naturalmente è anche comprensibile dal punto di vista delle esigenze del club, dato che Navas ha superato i trent’anni e che l’ex Chelsea ne ha appena compiuti 26, il che lo rende chiaramente il più futuribile dei due.

PEREZ – Ma, da quanto sostiene la testata catalana, la scelta di Courtois è anche una decisione…molto egoistica da parte di Solari. Che stabilendo il belga come primo (e unico) portiere, starebbe cercando di…tenersi buono il Presi. Che Florentino Perez non ritenga Keylor Navas un portiere di livello mondiale, è chiaro a tutti da molto. Al punto che gran parte delle frizioni di mercato con il grande ex Zidane arrivavano proprio dalla volontà del grande capo di portare al Bernabeu un altro portiere (prima Kepa, poi lo stesso Courtois). E quindi, meglio schierare il “pupillo” del presidente, anche perchè tra poco scadrà il termine del mandato a tempo di Solari. Perez dovrà scegliere se tenere l’argentino come allenatore della squadra o se rispedirlo al Castilla. E l’ex interista, forse, sta facendo di necessità virtù.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy