Solari, il Real ha…il nemico in casa: “Messi fa un altro sport. E Florentino…”

Solari, il Real ha…il nemico in casa: “Messi fa un altro sport. E Florentino…”

Come Zizou, Solari arriva dal Castilla dopo una lunga trafila nelle giovanili iniziata nel 2013. Ma prima di tornare alla Casa Blanca, l’argentino non era un sostenitore di Perez e del Real di Cristiano Ronaldo, anzi…

di Redazione Il Posticipo

Al Real Madrid serviva una scossa e questo è stato chiaro sin dai primi minuti del Clasico. Il fatto che poi la partita sia terminata con una totale disfatta ha reso impossibile per Florentino Perez presentarsi alla prossima partita con Lopetegui in panchina. Ma non avendo ancora trovato un sostituto, tra possibili rifiuti di Conte, approcci con Roberto Martinez e un occhiolino a Pochettino, alla fine alla guida del Real, come prevedibile, ci sarà per un po’ Santiago Solari. Che come un predecessore illustre, Zizou, arriva dal Castilla dopo una lunga trafila nelle giovanili iniziata nel 2013. Ma prima di tornare alla Casa Blanca, l’argentino non era un sostenitore di Perez e del Real di Cristiano Ronaldo, anzi…

MESSI – Solari ha per un periodo scritto su El Pais e ci sono un paio di interventi che certamente non scateneranno la felicità dei tifosi del Real Madrid. Il primo, per esempio, è un elogio a Messi che forse neanche…un allenatore del Barça avrebbe potuto buttare giù. “Ogni volta che Messi riceve la palla la terra trema, tutti fanno silenzio. E gli allenatori avversari abbassano la testa e mettono le mani in tasca, come qualcuno che ha appena visto un lampo e non può far altro che aspettare il tuono. L’aria trema per qualche secondo e poi arriva il gol“. Una scena epica, quasi leggendaria. A cui Solari, se dovesse essere scelto come allenatore a tempo pieno, potrebbe dover prendere parte ma dalla prospettiva di chi lo subisce.

PEREZ – Ma c’è di più, perchè nell’eterna diatriba tra la Pulce e CR7 Solari non ha dubbi. “Cristiano è il miglior giocatore del mondo perchè Messi fa un altro sport“. Ce n’è per tutti nei vecchi articoli di Solari, anche per il…suo presidente. Di cui, evidentemente, non apprezza i modi sin dai tempi in cui in panchina c’era Mourinho. “Il messaggio del Real Madrid è finito spesso e volentieri nelle mani di un atteggiamento da hooligans, di caos mediatico e di personaggi che non hanno un codice di comportamento. Il megafono lo ha messo Mourinho, ma il certificato di garanzia è firmato Florentino Perez“. Non esattamente complimenti per El Presi. Che forse avrebbe evitato di affidargli la prima squadra, ma non ha potuto fare altrimenti. Come sempre…colpa di Lopetegui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy