Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

La settimana movimentata di Skocic, esonerato e richiamato alla guida dell’Iran

La settimana movimentata di Skocic, esonerato e richiamato alla guida dell’Iran - immagine 1
La decisione, anche in virtù dei risultati sportivi ottenuti dalla nazionale, era apparsa perlomeno discutibile. 

Redazione Il Posticipo

Settimana movimentata per Drogan Skocic. Il tecnico croato è stato prima rimosso e dal suo incarico di commissario tecnico dell'Iran salvo poi essere richiamato. Il tutto in appena sei giorni e a poco più di quattro mesi dal calcio d'inizio del Mondiale in Qatar.

CONTROVERSO

Un episodio controverso. Secondo quanto riportato dall'ANSA, il commissario tecnico era stato esonerato per una decisione presa dal comitato tecnico della Federcalcio iraniana. Tuttavia, in Iran si erano ben guardati dal fornire le spiegazioni legate alla scelta. In effetti la decisione, anche in virtù dei risultati sportivi ottenuti dalla nazionale, era apparsa perlomeno discutibile.

SCORE

Skocic, 53 anni, è stato chiamato alla guida della nazionale dal febbraio del 2020 in seguito alle dimissioni di Wilmots, rassegnate dopo una esperienza durata appena sette mesi. All'epoca l'Iran era solo terzo posto nel girone di qualificazione che appariva compromessa. Sotto la guida dell'attuale commissario tecnico invece la nazionale "Melli" aveva cambiato marcia e ripreso a vincere. Ben quindici partite sulle diciotto partite disputate, centrando il primo posto davanti alla Corea del Sud. Quanto basta per garantire alla nazionale iraniana la terza partecipazione consecutiva ad un mondiale.

La settimana movimentata di Skocic, esonerato e richiamato alla guida dell’Iran - immagine 1

INASPETTATO

Nonostante la bontà dei risultati era arrivato, inaspettato, l'esonero. Il repentino dietro front è arrivato, come riportato dal tehrantimes.com, anche in virtù di alcuni "no" maturati dopo la decisione presa qualche giorno fa dal comitato tecnico della federazione. Per la successione di Skocic si erano fatti i nomi di Carlos Queiroz e Branko Ivankovic, ma la loro candidatura è tramontata insieme a quella di Ali Daei, storico esponente della nazionale e del calcio asiatico. La situazione di stallo, a pochi mesi dall'inizio del mondiale e con una nazionale ritrovatasi di fatto senza guida tecnica, avrebbe dunque spinto la Federazione a riallacciare i rapporti con Skocic che sarà dunque, salvo nuovi imprevisti, il Commissario Tecnico della nazionale dell'Iran, inserito nel gruppo B in compagnia di Stati Uniti, Galles e Inghilterra.