calcio

Siviglia, il capo dello scouting spiega l’evoluzione del mercato: dal block notes… al notebook

Siviglia, il capo dello scouting spiega l’evoluzione del mercato: dal block notes… al notebook - immagine 1
Il segreto del mercato del Siviglia? Tablet e taccuini e… trovarsi al posto giusto al momento giusto per concludere l’affare.  Il club andaluso è da anni un modello riconosciuto in Spagna e in Europa  per la gestione e le trattive...

Redazione Il Posticipo

Il segreto del mercato del Siviglia? Tablet e taccuini e... trovarsi al posto giusto al momento giusto per concludere l'affare.  Il club andaluso è da anni un modello riconosciuto in Spagna e in Europa  per la gestione e le trattive di mercato specialmente nell'ambito della ricerca e nella valorizzazione dei giovani talenti. Una sorta di trading applicato al calcio. E, come riportato da Marca, i risultati sono frutto di una commistione fra intuito, relazioni e... big data.

GESTIONE

Emilio de Dios , capo dello Scouting del club racconta come si va a caccia di giovani talenti nel calcio del XXI secolo dove la tecnologia sta assumendo un ruolo sempre più centrale. "Sin da quando ho messo piede nel club ho preso atto di una metodologia del tutto differente. La ricerca del giocatore non è finalizzata solamente alle abilità del calciatore in senso stretto ma anche e soprattutto quanto sia funzionale alle esigenze". E in questo senso la continuità e la tecnologia rappresentano due componenti fondamentali. "Credo che il successo risieda nell'enorme lavoro del dipartimento Big Data. Un settore che sta crescendo parallelamente allo scouting proprio per arrivare al profilo migliore possibile in relazione alle ricerche. Tutti sono in grado di accedere ai dati ma la vera differenza è nella valutazione".

Siviglia, il capo dello scouting spiega l’evoluzione del mercato: dal block notes… al notebook - immagine 1

LAVORO

La ricetta è tutto sommato semplice. Il dipartimento di scouting ha statistiche dettagliate su tutti i giocatori che apprezzano da portare al club grazie a piattaforme specifiche. "Il segreto non è... così segreto.  Alla fine, si tratta di mescolare i dati soggettivi dello scouter e i dati oggettivi che sono offerti dagli strumenti e dalle immagini e cercare di tirare le somme. In generale, comunque, non credo che gli osservatori possano essere sostituiti  dall'Intelligenza Artificiale ma ritengo che l'IA possa dare una grande mano". Esemplare, in questo senso, un aneddoto legato all'acquisto di Jesus Navas. "Ricordo che in quella occasione ci eravamo recati per ingaggiare un portiere del Los Palacios, ma mentre chiacchieravo con il presidente ho notato un ragazzino abile e veloce. Lo abbiamo ingaggiato e i risultati ci hanno dato ragione. La sua evoluzione è stata spettacolare".