Siviglia, Andrè Silva è un caso. Caparros attacca: “Infortunato? Non siamo mica stupidi…”

Andrè Silva tornerà al Milan a giugno? Probabile, perché il suo rapporto con il Siviglia sembra decisamente ai minimi termini. E a confermarlo c’è la polemica del suo allenatore riguardo l’ultimo infortunio…

di Redazione Il Posticipo

Da top a flop, andata e ritorno. La carriera di Andrè Silva al momento sembra una montagna russa. Prima l’affermazione con il Porto, poi la profonda delusione al Milan. I rossoneri lo hanno quindi spedito al Siviglia, sperando che un’aria più simile a quella di casa potesse rigenerarlo (e magari convincere gli andalusi a utilizzare il diritto di riscatto). A inizio stagione sembrava aver funzionato, con il portoghese in grado di esordire con una tripletta, una prestazione…alla Romario. Poi però, come ormai da tradizione, si è rotto qualcosa e il club spagnolo non sembra per nulla intenzionato a tenerselo.

ATTACCO – A confermarlo c’è la conferenza stampa di Caparros, tecnico del Siviglia, che quando parla del suo attaccante non utilizza certo terminologie morbide. Come riporta Marca, il rossonero è un caso. Infortunato da non poter giocare le partite per il rush finale (con il Siviglia ancora in lotta con il Getafe per l’ultimo posto Champions), ma non abbastanza per mandare l’appuntamento di inizio giugno con la Nations League? Il suo allenatore non ci sta e lo mette decisamente in chiaro: “Non siamo mica stupidi”. Parole che fanno capire come il destino di Andrè Silva sia segnato: niente riscatto e ritorno a Milanello, magari a fungere da vice Piatek se il Fair Play Finanziario dovesse costringere il club a cedere Cutrone.

NAZIONALE – Caparros però va oltre, attaccando frontalmente il calciatore e dando un suggerimento alla federazione portoghese… “André Silva anche non giocherà ed è un caso di cui bisogna parlare. Per il bene del calcio, spero che la sua nazionale non lo convochi, perché sarebbe un male. Come dovrebbe rimanerci il Siviglia se dovessimo vederlo i primi di giugno a giocare con il Portogallo?”. Insomma, se l’infortunio è così grave, niente volata Champions e niente Nations League… “E comunque dovrebbe essere vincolante il parere del medico della squadra che lo paga”. Che è il Siviglia. Ma, a occhio e croce, ancora per poco…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy