Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Sirigu: “Idea dei biglietti nata per caso, Chiellini si è commosso. Gigio? Il futuro è suo”

PARIS, FRANCE - SEPTEMBER 30:  Goalkeeper, Salvatore Sirigu of PSG gives his team mates instructions during the Group F UEFA Champions League match between Paris Saint-Germain v FC Barcelona held at Parc des Princes on September 30, 2014 in Paris, France.  (Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

Il portiere è stato importantissimo nell'economia del successo azzurro ai campionati europei. I

Redazione Il Posticipo

Le notti magiche di Sirigu. Il portiere è stato importantissimo nell'economia del successo azzurro ai campionati europei. In un intervento a Sky Sport, ha parlato dei famosi messaggini scritti a mano per ciascun componente della rosa prima della finale. Arrivando a far commuovere Giorgio Chiellini.

PER CASO - Tutto, come spesso accade, è nato per caso. "Non sono una persona che si fa vedere molto. Non ho social. Ho promesso che avrei aperto un profilo ma non ho detto quando. I messaggi sono nati da una situazione che si è creata spontaneamente. Non riuscivo a dormire, avevo un patema d'animo e mi sono fatto portare dall'addetto stampa dei fogli bianchi e ho scritto un pensiero per ciascuno dei ragazzi. E poi ho realizzato un video con i bambini e le famiglie che ci incoraggiavano. Ho fatto emozionare Giorgio sin troppo, si è messo a piangere"

COLLANTE - Nella costruzione di una squadra l'elemento collante è fondamentale. "Ho cercato di essere un appoggio per tutti e di far capire ai ragazzi che giocando lontani, in un ambiente ostile, dovevamo trarre il massimo possibile. Il nostro Europeo è stato sentimentalmente perfetto. Tutti hanno giocato per la squadra. Basti pensare a Insigne che si è sacrificato anche in fase di copertura. Questa squadra ha avuto un'anima. E in Giorgio, che conosco da tantissimi anni, vedevo una serenità strana. Sorrideva, ci incoraggiava. Se l'è goduta fino all'ultimo. Credo che meriti tutta la gioia che ha provato. Era contento come un bambino".

FUTURO -  Inevitabile parlare di Donnarumma e dell'addio a Torino. "Eravamo arrivati alla fine di un ciclo. Nei prossimi giorni si saprà dove giocherò". L'ex portiere del Milan ha scelto Parigi, meta che Sirigu conosce bene. "Ho detto a Gigio che deve conoscere la città imparare la lingua. Sa che serve, è intelligente, non ha bisogno di consigli. Prima dei rigori abbiamo parlato, ma quello che ci siamo detti rimarrà fra di noi. Ascolta molto, si mette a disposizione e cerca di imparare da tutti. Credo sia una grande qualità. Se ha fatto la scelta di Parigi sicuramente sarà ponderata. Si giocherà il posto con Navas, ma so che Gigio è un campione. Il futuro è suo, potrebbe essere il prossimo portiere nei prossimi 15 anni. E comunque non è detto sia una grana avere due portieri sullo stesso livello. Qualsiasi scelta è facile".