Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Sir Alex Ferguson: “Superlega? Ho vinto con l’Aberdeen. Tutti hanno il diritto di sognare”

MANCHESTER, ENGLAND - DECEMBER 20: Sir Alex Ferguson is seen watching from the stand during the Premier League match between Manchester United and Leeds United at Old Trafford on December 20, 2020 in Manchester, England. The match will be played without fans, behind closed doors as a Covid-19 precaution. (Photo by Nick Potts - Pool/Getty Images)

L'allenatore che ha scritto la storia dello United a tutto campo.

Redazione Il Posticipo

Alex Ferguson a tutto campo. L'ex allenatore che ha scritto la storia dello United, in occasione della presentazione del film che ne ripercorre carriera e vittorie, ha parlato a lungo con la BBC spaziando su vari argomenti. Dall'intervento chirurgico che gli ha salvato la vita nel 2018 sino a Solskjaer, passando attraverso la Superlega.

GRATO - In primis, Sir Alex si ritiene un uomo fortunato. "Ho cercato di alzarmi dal letto e sono crollato, ma sono stato fortunato perché cadendo sulla scarpiera ho fatto molto rumore. Cathy era al piano di sotto è corsa su e mi ha fatto sedere contro il muro, e questa è l'ultima cosa che ricordo. Poi non riuscivo a tirare fuori una parola in quel momento ero un po' terrorizzato ad essere sincero con te. Mi sento grato per i tre anni in più che ho avuto. È una sensazione che ho già da diverso tempo".

ABERDEEN - Pronunciando Sir Alex Fersuon, per associazione, la prima parola che viene in mente è lo United. Del resto,  38 trofei in 26 anni e mezzo, inclusi 13 titoli di Premier League e due volte la Champions League non è un curriculum da poco. La vittoria che ricorda con più piacere, però, è un'altra. "Da allenatore ho preso un club di provincia, l'Aberdeen, e ho battuto il Real Madrid nella finale della Coppa delle Coppe 1983. È un club di provincia, che realizza il suo sogno. Se penso alla Superlega, rispondo che ogni club dovrebbe il sogno di poter realizzare ciò che ha fatto l'Aberdeen. La vera ragione del calcio è che il ragazzo proveniente dal paese più piccolo del mondo può scalarne la cima più alta".

PREMIER - Non poteva mancare un accenno alla Premier. "Un campionato con dei grandissimi allenatori. Basti pensare a  Klopp e a ciò che ha fatto per il Liverpool o al lavoro di Pep Guardiola  al City". Lo United, e non sarà un caso, non ha vinto il titolo dall'ultima stagione di Ferguson nel 2012-13. E il suo allievo Solskjaer è il primo allenatore ad assicurarsi consecutivamente i primi quattro posti in campionato da quando lo scozzese si è ritirato. Sir Alex apprezza molto il suo ex giocatore. "L'ho sempre ammirato. Anche quando era in panchina. Prendeva appunti degli allenamenti. Aveva voglia di allenare. La volontà però non basta, se non ottieni risultati. Ole li sta raggiungendo anche attraverso i giovani, nel pieno rispetto della tradizione dello United".