Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Siqueira: “Simeone è uno dei tecnici più scaramantici che abbia mai visto”

(Photo by Alexander Hassenstein/Getty Images)

Il terzino sinistro ha confessato che alcune azioni di Cholo lo hanno lasciato a bocca aperta.

Redazione Il Posticipo

Che Simeone sia un allenatore superstizioso è risaputo. L'allenatore ha le sue scaramanzie e Siqueira, che lo conosce bene dalla sua permanenza in squadra tra il 2014 e il 2016, ne ha raccontate alcune in un'intervista su ESPN Brasile.

RITI - Il terzino sinistro ha confessato che alcune azioni di Cholo lo hanno lasciato a bocca aperta. "Diego è uno dei tecnici più scaramantici che abbia mai visto nella storia del calcio, non ho mai visto niente del genere. Avevamo un protocollo quando uscivamo dall'albergo, sull'autobus e fino al momento della partita. Sull'autobus si doveva sempre suonare la stessa playlist musicale. Anche negli spogliatoi. Quando tornavamo dal riscaldamento, Simeone colpiva sempre una pallone con la mano e prima di fare il cerchio, la consegnava al capitano.  Mi ci è voluto un po' per assimilare la situazione".

PLAYLIST - Particolarmente interessante, nonché divertente, l'aneddoto legato alla playlist: "C'era di tutto. Reggaeton , spagnolo, musica latina, ma era sempre la stessa pen drive. E guai a chi voleva provare a cambiare musica . Un giorno la musica si stoppò e Simeone si fermò come  impazzito. Sembrava che fossimo già sotto di un gol. Urlò di rimettere la musica, l'ho invitato a calmarsi, ricordandogli che eravamo noi a scendere in campo": Tuttavia, per il brasiliano Simeone è un allenatore che si è più che guadagnato il rispetto dei tifosi dell'Atletico: "Certo, i risultati contano molto per la continuità o meno dell'allenatore, logicamente c'è un'idolatria per tutto quello che ha fatto, è un riconoscimento meritato".

FUTURO - Siqueira ritiene che anche la conferma non sarà complicata, ma va comunque guadagnata. "Ovviamente tutti i giudizi si legano ai risultati ottenuti stagione per stagione. In questo inizio c'è stato qualche dubbio legato al passaggio del girone in Champions League. La pressione c'è sempre, a maggior ragione quando il livello e le aspettative si alzano. Ma con il legame che ha con il club, quando cholo e dirigenza si incontreranno ci sarà tempo e modo per pensare al futuro e valutare ogni aspetto. Simeone ha un peso all'interno del club, non solo per i risultati, ma c'è un'idolatria per quello che ha fatto all'Atlético”.