Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Simeone, il signor Champions dell’Atletico: obiettivo raggiunto e stipendio salvo

Simeone, il signor Champions dell’Atletico: obiettivo raggiunto e stipendio salvo - immagine 1

Nella sfida giocata e vinta ad Elche Simeone ha festeggiato nei migliori dei modi le 400 partite ufficiali alla guida del club in Liga nel migliore dei modi.

Redazione Il Posticipo

Simeone c'è. L'Atletico Madrid sarà ai nastri di partenza della prossima Champions League. Con la vittoria a Elche, la squadra rojiblanco si assicura di chiudere la stagione tra i primi quattro. Fra l'altro, complice il pareggio del Siviglia, gli uomini di Simeone salgono al terzo posto dopo una lunga assenza dal podio. Traguardo importantissimo sia dal punto di vista sportivo che economico per il tecnico argentino.

400 - Nella sfida giocata e vinta nella cittadina della comunità valenciana, Simeone ha festeggiato nei migliori dei modi le 400 partite ufficiali alla guida del club in Liga nel migliore dei modi. E quella che adesso sembra una routine, non lo è affatto. Il tecnico argentino ha preso la guida dell'Atletico alla fine di dicembre 2011 con una squadra che si era qualificata per la Champions League solo due volte dall'inizio del XXI secolo. Da allora, tutte le stagioni complete di Cholo alla guida della squadra si sono concluse con l'Atlético tra i primi tre posti della Liga. Due volte campione (2013-14 e 2020-21), atrettante al secondo posto (2017-18 e 2018-19) e cinque volte terzo  (2012-13, 2014-15, 2015-16, 2016-17 e 2019-20). Resta solo da capire vedere la sua posizione in questa campagna negli ultimi due giorni, ma l'obiettivo è raggiunto. E una regolarità straordinaria. Basti pensare che prima dell'avvento del Cholo l'Atletico era riuscito a giocare la massima competizione europea solo in sette occasioni.

Simeone, il signor Champions dell’Atletico: obiettivo raggiunto e stipendio salvo - immagine 1

CONTINUITÁ - Grande continuità anche dal punto di vista dei risultati. Sebbene l'ultima stagione in Europa forse sia stata la più deludente si è comunque arrampicato sino ai quarti di finale della competizione. In ogni caso, come sempre protagonista. L'Atletico di Simeone ha raggiunto per due volte la finale, ha giocato tre semifinali, altrettanti quarti e due ottavi. E quando è uscito nella fase a gironi, ha centrato la vittoria in Europa League. In tutta la storia della Liga, solo Miguel Muñoz aveva ottenuto dieci qualificazioni consecutive per la Coppa dei Campioni. Una soddisfazione che gli permette anche di conservare per intero il suo lauto stipendio. Secondo quanto riportato da AS, infatti, vi era una clausola che prevedeva un taglio in caso di mancata qualificazione all'Europa che conta.