E adesso…vota Antoine: dove giocherà Griezmann?

Simeone “libera” Griezmann, che già a gennaio potrebbe lasciare l’Atletico Madrid. Il Manchester United è in vantaggio ma non è l’unica opzione sul tavolo…

di Francesco Cavallini

Quando basi le tue squadre su impegno, intensità agonistica e voglia di combattere, la peggior cosa che ti possa capitare è che qualcuno dei tuoi giocatori all’improvviso perda gli stimoli. Che sia per qualche problema o per semplice volontà di cambiare aria, poco importa. Ecco perché Diego Pablo Simeone, che della garra ha fatto il suo marchio di fabbrica, non può certo tollerare che qualcuno del suo Atletico Madrid scenda in campo senza la voglia di dare tutto. Neanche se questo qualcuno si chiama Antoine Griezmann. Il Piccolo Diavolo è quindi ufficialmente libero di accordarsi sin da gennaio con qualsiasi squadra, a patto che questo club porti per intero i 100 milioni della sua clausola rescissoria. A quel punto Simeone sarà libero di sostituire il francese come meglio crede, dato che a gennaio finirà il blocco del mercato imposto ai Colchoneros. Ma la domanda che tutti si pongono ora è una sola: dove andrà a giocare Antoine Griezmann? Ecco qualche opzione…

Griezmann a Manchester alla corte di Mourinho

La risposta più scontata a questo interrogativo è che il francese decida di accasarsi al Manchester United di José Mourinho, che non ha mai nascosto la sua volontà di portare a Old Trafford il Piccolo Diavolo. In realtà l’affare sembrava doversi già concretizzare in estate, ma poi a sorpresa Griezmann aveva rinnovato il suo contratto con l’Atletico Madrid, aggiungendo che non avrebbe acconsentito al trasferimento anche se lo United avesse pagato la clausola. Un atto d’amore verso l’Atletico, che in quel momento non avrebbe avuto modo di sostituirlo. Ora però nulla sembra potersi intromettere in questo matrimonio già scritto, con Mourinho che non vede l’ora di poter inserire nel suo undici titolare il francese, il cui compito sarebbe quello di innescare Lukaku. A Manchester già si esulta, immaginando gli scombussolamenti che il 26 enne può portare alle difese della Premier. Ma per quanto ampiamente probabile, non è questa l’unica possibilità che attende Griezmann.

Alto tradimento: Griezmann al Real?

Già, perché quando Simeone parla di club importanti, in grado di offrire al francese un’opportunità più unica che rara, potrebbe anche riferirsi ai cugini vestiti di bianco dall’altro lato del Manzanarre. Potremmo dunque essere di fronte a un caso di alto tradimento? Possibile che Griezmann decida di cambiare squadra, ma non città? Non del tutto improbabile. Il Real Madrid ha già espresso interesse per il francese in tempi non sospetti, quando l’atletico non avrebbe mai e poi mai acconsentito alla sua cessione agli odiati rivali. Ma la clausola cambia tutte le carte in tavola, permettendo anche ai blancos di inserirsi nella lotta per assicurarsi le prestazioni del fantasista. Da un punto di vista logistico, sarebbe la scelta più sensata, dato che il Piccolo Diavolo non dovrebbe neanche traslocare e costringere la sua famiglia a trasferirsi con lui.

Allons enfants de la Patrie: l’opzione PSG

Oppure il francese potrebbe semplicemente decidere di tornare a casa. Non certo in Borgogna, dove Griezmann è nato e cresciuto, ma pur sempre in Francia. Quando si parla di campioni e di affari multimilionari, diventa praticamente impossibile escludere la presenza del Paris San Germaine. Se gli sceicchi decidessero di riportare il transalpino in patria, dal punto di vista economico rischiano di avere davvero pochi rivali, potendo offrire un ingaggio faraonico al nazionale francese. Certo, a differenza di Mourinho e Zidane, Emery potrebbe avere qualche problema tattico in più nel collocare Griezmann nel suo undici titolare. Ma l’idea di avere un PSG franco-brasiliano diventa particolarmente intrigante e potrebbe portare alla scelta di “sacrificare“ Cavani, che del trio delle meraviglie è il più anziano. A quel punto si libererebbe il centro dell’attacco per il giovane fenomeno Mbappé, che vedrebbe le sue velocissima scorribande innescate dalla strana e formidabile coppia formata dal Piccolo Diavolo e da Neymar. Scenario difficile, ma non del tutto implausibile…

Dove finirà quindi Griezmann? Staremo a vedere, ma l’impressione è che non aspetteremo a lungo. Gennaio è vicino…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy