Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Simeone: “Era la partita che mi aspettavo”. Piqué: “Non ho la palla di vetro, ma se vinciamo le ultime tre…”

BARCELONA, SPAIN - MAY 08: Ousmane Dembele of FC Barcelona reacts after missing a shot during the La Liga Santander match between FC Barcelona and Atletico de Madrid at Camp Nou on May 08, 2021 in Barcelona, Spain. Sporting stadiums around Spain remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by David Ramos/Getty Images)

Atletico Madrid e Barcellona pareggiano al Camp Nou e rendono felice... il Real Madrid.

Redazione Il Posticipo

Atletico Madrid e Barcellona pareggiano al Camp Nou e rendono felice... il Real Madrid. Dopo lo scontro diretto né i colchoneros né i catalani hanno in mano la Liga. Adesso dipende tutto da Zidane. Se le vince tutte, bissa il titolo. Animi contrastanti, al termine del match, e impressioni a caldo raccolte da Movistar.

SIMEONE - El Cholo continua a non vincere al Camp Nou, ma è comunque ottimista: "La squadra ha giocato la partite che mi aspettavo. Ha pressato, recuperato palloni e creato anche qualche occasione importante come quella di Carrasco. La squadra continua nel suo percorso,  partita dopo partita. E continuerà fino al fine del campionato. Abbiamo fatto una buona partita, il Barcellona ha cercato di farci del male. Koeman sta facendo un ottimo lavoro. Ha vinto la Coppa e sta lottando per il campionato. Per quanto ci riguarda, questa squadra, dal 2011, affronta una partita come se fosse una finale. A volte siamo migliori o peggiori, ma cercheremo sempre di essere competitivi. Il mio obiettivo è che l'Atletico sia sempre competitivo, ogni anno, sino al termine. Non so se resterò a fine stagione, è una domanda che va troppo in là nel tempo. Sapete tutti come la penso: vivo partita per partita".

PIQUE' - Occasione mancata per il Barcellona che nella corsa alla Liga, almeno in teoria, è nella situazione peggiore. Troppo ritardo accumulato, ma Piqué non lascia nulla di intentato. "Abbiamo affrontato la squadra che ha la migliore difesa della Liga, creato occasioni. Oblak ha fatto un miracolo su Messi, il colpo di testa di Dembélé  è andato fuori di un soffio. Non abbiamo controllato il gioco, ma creato le nostre occasioni. Non ho la palla di vetro, non so cosa potrà accadere nelle prossime tre giornate. Questa Liga però ci ha insegnato che  può succedere di tutto, . Se vinciamo tutte e tre le partite, penso che vinceremo il campionato. Il nostro obbligo è lottare per il titolo fino in fondo, con la consapevolezza che non abbiamo il destino nelle nostre mani. Ritengo che campionato sia ancora molto aperto, tre partite sono tante, anche se sappiamo che non dipendiamo da noi stessi".