Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Simeone: “Chi c’è adesso era Campione di Spagna sette mesi fa . Suarez rinnova? Penso al Valencia”

Simeone: “Chi c’è adesso era Campione di Spagna sette mesi fa . Suarez rinnova? Penso al Valencia” - immagine 1

Il tecnico analizza la complicata situazione della squadra e difende il gruppo e il suo lavoro. 

Redazione Il Posticipo

L'Atletico di Diego Simeone attraversa una delle crisi più  ha parlato con i media prima della visita del Valencia con l'eliminazione dalla Coppa ancora recente. Il tecnico analizza la complicata situazione della squadra e difende il gruppo e il suo lavoro.

OTTIMISTA - Il Cholo respinge le critiche al mittente. "Abbiamo avuto momenti difficili, altri molto belli. In questi 10 anni non ne avevamo vissuta una così ed è la vita stessa. Ognuno può osservare la situazione da una prospettiva differenti. Questo mese contro Rayo e Villarreal la squadra ha gareggiato molto bene e speriamo di continuare così ma l'unica certezza è che a quanto è accaduto non c'è rimedio immediato. Non resta che continuare a lavorare, restando uniti come gruppo e ambiente. Ci sono le condizioni per lasciarsi alle spalle questa situazione. Chiedo alle persone di stare con la squadra che ha bisogno del sostegno del pubblico. Ricordo che sette mesi fa, il 90% dei giocatori che giocheranno domani ci ha portati al titolo di Campioni di Spagna".

Simeone: “Chi c’è adesso era Campione di Spagna sette mesi fa . Suarez rinnova? Penso al Valencia”- immagine 2

SPOGLIATOIO - L'unione fa la forza. A patto che ci sia. Simeone esclude faide. Anzi. "AL'unica cosa che conta è la partita di domani. Speriamo di poter dimostrare in campo tutta l'unità che ha lo spogliatoio, la voglia di uscire da questo momento difficile. Le parole valgono poco, servono azioni.  Mi fido del gruppo, non parlo di individualità. L'Atletico è sempre stato forte perché aveva compattezza fra calciatori, staff, dirigenza e ambiente. Servono calma e sangue freddo. Ci aspetta un periodo molto complesso".

SUAREZ - Capitolo Suarez: il rinnovo sembra lontano. "Suarez giocherà domani se rinnova o meno la ritengo una domanda a trabocchetto, abbiamo già vissuto situazioni del genere e non entrerò nel merito di una scelta che spetta a calciatore e al club. Ho parlato con lui, sa che lo ritengo un calciatore importante esattamente come lo pensavo due mesi fa. Anche la dirigenza sa che penso solo al Valencia".