calcio

Si salvi chi può ma… quanti punti servono? Ogni campionato ha la sua storia…

GENOA, ITALY - SEPTEMBER 20: Simy of FC Crotone in action during the Serie A match between Genoa CFC and FC Crotone at Stadio Luigi Ferraris on September 20, 2020 in Genoa, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Nella lotta retrocessione, la beffa arriva per pochi punti di differenza. Si potrebbe dire come nelle catastrofi dei film "si salvi chi può" ma... quanti punti servono?

Redazione Il Posticipo

Ogni anno, la retorica si concentra su chi vince il campionato e su chi si qualifica per le competizioni europee. Un po' più raro che la narrativa approfondisca la zona retrocessione. Tuttavia, la lotta è spesso appassionata e, a differenza delle zone alte della classifica, molto spesso, la beffa arriva per pochi punti di differenza. La Fiorentina ha superato la Lazio e ha toccato la "fatidica" quota 38 punti, che nell'immaginario comune, significa salvezza.  Si potrebbe dire come nelle catastrofi dei film "si salvi chi può" ma... quanti punti servono? Non c'è una regola: dipende sempre dal livello del campionato.

2018/19 -  In questa stagione la lotta è ancora aperta. Mancano 4 partite alla fine del campionato e in palio ci sono 12 punti. Quanto basta, aritmeticamente, per non considerarsi salvi. Anche se molto spesso questa quota è stata sufficiente. Nello scorso anno, il Genoa ha centrato la salvezza ai danni del Lecce fermandosi a quota 38. I salentini, terzultimi, si sono fermati a 35.

 CROTONE, ITALY - MAY 28: Head coach of Crotone Davide Nicola celebrates after the Serie A match between FC Crotone and SS Lazio at Stadio Comunale Ezio Scida on May 28, 2017 in Crotone, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

2016/2017 - Che non vi sia una regola, né una quota fissa, lo conferma proprio il Crotone. Alla squadra calabrese, nella stagione 2016/2017, è stato sufficiente toccare quota 34 punti perché l'Empoli, ultima a retrocedere insieme a Palermo e Pescara, non è andata oltre i 32 punti. Ed è stata la quota più bassa degli ultimi anni. Come ricorda Italiano, però, che si può retrocedere anche con 38 punti. Al suo Hellas non ne bastarono 39, nel 2001/2002.

2004/2005 -  Tra le più clamorose retrocessioni, però, si ricordano quelle della stagione 2004/05: Bologna, Brescia e Atalanta retrocedevano con 42, 41 e 35 punti, quote che in altri anni avrebbero permesso delle salvezze molto comode. Sedici anni fa si arriva in tre a pari punti. Ed è stata proprio la Viola a beneficiare della classifica avulsa lasciando l'incombenza dello spareggio a Bologna e Parma. Nel derby tutto emiliano, hanno la meglio i ducali.