Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Shevchenko a caccia di eredi: l’ultimo gol agli Europei dell’Ucraina… è suo

BUCHAREST, ROMANIA - NOVEMBER 30: Andriy Schevchenko, manager of Ukraine arrives at the UEFA Euro 2020 Final Draw Ceremony at the Romexpo on November 30, 2019 in Bucharest, Romania. (Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

Shevchenko si trova a dirigere la propria nazionale agli europei con un dato particolare che grava sulle spalle: è suo l’ultimo gol dell’Ucraina nella competizione continentale.

Redazione Il Posticipo

Roberto Mancini è stato senza ombra di dubbio uno dei migliori giocatori italiani. Tuttavia, il meglio di sé l’ha dato nei club. L’Ucraina, invece, trova nel proprio allenatore il miglior giocatore della storia della nazionale. Un grande orgoglio, senza ombra di dubbio, una grande responsabilità per Shevchenko che ora si trova a dirigere la propria nazionale agli Europei... a caccia di eredi, perché è suo l’ultimo gol dell’Ucraina nella competizione continentale.

L’ULTIMO GOL - L'Ucraina non riesce a vincere una partita di questa competizione dall’11 giugno 2012 ma non solo: da quel giorno di 9 anni fa, la squadra gialloblu dell’est Europa non è più riuscita neanche a segnare un singolo gol agli europei. E l’ultimo gol è stato segnato dall’attuale allenatore. Sì, è Andriy Schevchenko, come riporta Marca, l’ultimo giocatore ad aver segnato un gol per l’Ucraina nel campionato europeo. Un primato da giocatore, certo: un peso da allenatore che non potrà entrare a segnare personalmente qualora la squadra incontrasse difficoltà.

 GLASGOW, UNITED KINGDOM - OCTOBER 13: Scott Brown of Scotland tackles Andriy Shevchenko of Ukraine during the Euro 2008 Group B qualifying match between Scotland and Ukraine at Hampden Park on October 13, 2007 in Glasgow, Scotland (Photo by Jeff J Mitchell/Getty Images)

GLASGOW, UNITED KINGDOM - OCTOBER 13: Scott Brown of Scotland tackles Andriy Shevchenko of Ukraine during the Euro 2008 Group B qualifying match between Scotland and Ukraine at Hampden Park on October 13, 2007 in Glasgow, Scotland (Photo by Jeff J Mitchell/Getty Images)

IL SEGRETO - Il Pallone d’Oro del 2004 ha segnato nel giugno 2012 i suoi due gol contro la Svezia in una partita che ha praticamente vinto da solo per 2-1. Da allora, il nulla. L’Ucraina non ha più segnato nella competizione. E che Sheva  non abbia più indossato, dopo quel torneo, a maglia della nazionale da giocatore, è un evidente correlazione. Adesso che è passato dall'area di rigore a quella tecnica, spera che i suoi ragazzi magari ascoltando i sui preziosi consigli possano ritrovare la via della rete. Dopo quella vittoria gli ucraini hanno sfidato Francia, Inghilterra, Germania, Irlanda del Nord e Polonia. E se contro le big del calcio europeo c'è l'alibi del dislivello tecnico, si può recriminare di aver sparato a salve contro britannici e polacchi. Fra l'altro, Sheva, dopo aver scritto la storia, deve evitare di entrarci dalla porta sbagliata.  Nella storia del calcio europeo c’è una sola striscia negativa più lunga che è quella della Jugoslavia, senza vittorie dal 1968 al 1984. Un motivo in più per tornare a segnare.