Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Sherwood: “Mourinho ha fatto il lavaggio del cervello ai suoi giocatori”

LONDON, ENGLAND - SEPTEMBER 13: Jose Mourinho, Manager of Tottenham Hotspur walks out prior to the Premier League match between Tottenham Hotspur and Everton at Tottenham Hotspur Stadium on September 13, 2020 in London, England. (Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

Una finale di Champions, il tracollo, Mourinho e la rinascita. L'ex allenatore del Tottenham sa cos'è successo.

Redazione Il Posticipo

Nel North London ne sono cambiate di cose negli ultimi 12 mesi. A novembre del 2019, José Mourinho veniva chiamato a dirigere il Tottenham. Una squadra che pochi mesi prima, aveva disputato una finale di Champions League con Pochettino in panchina si trovava al quottordicesmo posto in classifica,  a 20 punti dal Liverpool. Un anno dopo gli Spurs sono in testa in condominio con i Reds. L'ex Sherwood... sa il perché. Chi ha allenato il Tottenham sa bene cosa è successo in questi 12 mesi. Le sue parole vengono riportate da As.

IL CAMPIONATO - Tim Sherwood ha guidato ad interim il Tottenham tra il 2013 e il 2014 sostituendo André Villas-Boas e venendo sostituito a fine stagione da Pochettino.  Oggi spiega: "Mourinho ha fatto il lavaggio del cervello ai suoi giocatori e li ha convinti che devono lavorare per vincere qualcosa. Del resto non è difficile credere nelle qualità dell'uomo. Ha vinto 20 grandi titoli nella sua carriera. Inizio a pensare che l'arrivo di quest'uomo sia stato un grande affare".

TITOLO -  La Premier non è mai stata così equilibrata come in questa stagione. Un andamento lento che non permette alcuna fuga. Il Liverpool non è quello dello scorso anno, esattamente come il City. E il livellamento verso il basso potrebbe essere foriero di sorprese. Sherwood non le esclude. "Non vedo perché il Tottenham non possa ambire a vincere il campionato.  Quando hai giocatori come Son o Kane, che sono di livello mondiale, c'è sempre una possibilità. Questo gruppo di giocatori deve vincere titoli.  Hanno fatto un grande mercato: Reguilón è stato un grande acquisto sulla fascia sinistra ma Hojbjerg è stato il miglior acquisto per me. Si adatta allo stile e protegge i due difensori centrali".