calcio

Shearer ancora contro Sarri: “Non riesce a motivare i calciatori? Beh, sarebbe proprio il suo lavoro…”

Ad Alan Shearer, storico bomber della nazionale inglese, non è mai mancata la coerenza. Soprattutto nei confronti di Maurizio Sarri. E come sempre non ci è andato leggero nei confronti del tecnico, visto che il risultato offriva decisamente il...

Redazione Il Posticipo

Col senno di poi, facile avere ragione. Ma ad Alan Shearer, storico bomber della nazionale inglese, non è mai mancata la coerenza. Soprattutto nei confronti di Maurizio Sarri. Sin dall'arrivo del tecnico in Premier League, l'ex attaccante è sempre stato scettico nei confronti del Sarri-ball. "Nulla di nuovo", aveva chiosato anche qualche settimana fa. "Palla al difensore centrale, che la dà al centrocampista centrale". A parte la semplificazione, Shearer comunque aveva analizzato il problema principale del Chelsea. Fermando Jorginho, si inaridiscono le fonti di gioco. Esattamente quello che ha fatto il Bournemouth, che ha inferto ai Blues la sconfitta più pesante degli ultimi vent'anni.

IL SUO LAVORO - E Shearer, nel suo ruolo di commentatore della BBC, come sempre non ci è andato leggero nei confronti di Sarri. Stavolta poi il risultato e la prestazione del Chelsea offrivano decisamente il fianco per l'affondo, che ovviamente è arrivato. "Sconfitta imbarazzante e prestazione imbarazzante". Un qualcosa su cui anche i tifosi dei Blues trovano difficile dare torto all'ex bomber. Che si scatena quando Sarri parla di motivazione. "Quando sei con le spalle al muro, devi guardare in faccia i tuoi giocatori e dirgli 'su ragazzi, diamo qualcosa in più'. Ma Sarri ha guardato i suoi giocatori e, per la seconda partita di campionato consecutiva, ha detto di nuovo che trova difficile motivare questi calciatori. Beh, sarebbe proprio il suo lavoro motivarli!".

FINITO? - Un lavoro che, evidentemente, secondo Shearer Sarri non sta svolgendo bene. Non arriva a sostenere, come fa il collega Steve Nicol su ESPN, che "Sarri è finito", ma le critiche sono comunque pesanti. "Si capiva che i giocatori del Bournemouth vedevano Jorginho come il punto debole del Chelsea e pensavano che pressandolo potevano ottenere qualcosa. Beh, è successo di nuovo". Il futuro di Sarri? Non proprio luminoso per Shearer. Che, da buon centravanti, vede nel Pipita l'ultima speranza per raddrizzare la stagione dei Blues. "Ora sono fuori dalle prime quattro, la situazione va migliorata. E Sarri ha ottenuto Higuain, il giocatore che voleva. Quindi deve per forza migliorare". Altrimenti, si sa, la pazienza di Abramovich non è esattamente infinita...