Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Shakira e la rivelazione su Piquè: “Gerard non mi lascia dire queste cose in pubblico, ma è stato un eroe”

(Photo by David Ramos/Getty Images)

Per Piquè incontrare il Real è sempre una cosa particolare: orgogliosamente catalano, sostenitore dell'indipendenza della regione e fieramente antimadridista. E dire che ha rischiato di non giocare il Clasico stravinto dal Barça...

Redazione Il Posticipo

Se il Barcellona non è tornato, poco ci manca e l'era Xavi si illumina con un risultato di quelli destinati a rimanere nella storia. I blaugrana violano il Santiago Bernabeu con uno 0-4 che non lascia spazio a interpretazioni, con un Real Madrid che in fase difensiva è disastroso e davanti non riesce a riprendere un match sfuggito di mano. Tra i grandi protagonisti del Clasico c'è Ousmane Dembelè, che si trasforma in assistman per le prime due reti, ma anche Gerard Piquè. Inutile girarci attorno, per lui incontrare il Real è sempre una cosa particolare: orgogliosamente catalano, sostenitore dell'indipendenza della regione e fieramente antimadridista. Facile immaginare sia stato lui quello che ha festeggiato di più.

EROE - Eppure c'è stata la possibilità che Piquè la partita non la giocasse per niente. E a rivelarlo è solo...una delle cantanti più celebri al mondo, che per inciso è anche sua moglie. Shakira entra...a gamba tesa sul Clasico con una foto e un post su Twitter al termine della partita. Il gesto si spiega da solo, un bel numero quattro che ricorda a tutti il risultato finale. Ma sono le parole dell'artista colombiana che raccontano una storia che forse lo stesso calciatore non avrebbe voluto far trapelare. "Gerard non mi lascia dire queste cose in pubblico, ma solo grazie al suo eroismo può giocare così, passando sopra a qualsiasi infortunio e dando sempre il meglio". Insomma, il catalano non era al 100%.

IL MIGLIORE - Eppure non si è visto, perchè a parte l'ottima prestazione di squadra, Piquè è stato come sempre il leader della retroguardia, pur lasciando la gioia del gol di testa al compagno di reparto Araujo. In ogni caso, la partita la porta a casa il Barça e Shakira può festeggiare assieme al campione del mondo 2010. Non senza un messaggio che forse può suonare esagerato ma viene dal cuore: "Non lo dico perchè è mio marito, ma è il miglior difensore centrale del mondo". Qualche collega si sentirà sottovalutato, ma quando si parla con gli occhi dell'amore e soprattutto dopo una clamorosa vittoria per 0-4 al Santiago Bernabeu, forse si può perdonare davvero tutto...