Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Setién, pericolo scampato: “La squadra non mi è piaciuta”

Il neo tecnico del Barcellona abbastanza severo con i suoi nel dopo partita di una sfida in cui i Campioni di Spagna hanno rischiato la figuraccia.

Redazione Il Posticipo

Pericolo scampato. Il Barcellona vince una partita di cui non andare fieri: 2-1 in rimonta in casa dell'Ibiza. Una figuraccia, specialmente nel primo tempo, chiuso senza neanche un tiro in porta. Setièn analizza il match in conferenza stampa, come riportato da AS.

IMPRECISI - I cronisti spagnoli chiedono lumi sulla prestazione. "Questa è una squadra forte che ha fatto un'ottima partita a livello difensivo. Sono stati abili a segnare. L'1-0 gli ha dato fiducia. Do un merito importante al rivale ma noi non siamo stati mai precisi. Nella partita scorsa, nel primo tempo, avevamo un maggiore controllo su tutto. Oggi sono state commesse diverse inesattezze che vogliamo evitare. Non abbiamo avuto tranquillità. La squadra non mi è piaciuta".

GIOCO - La sensazione è che il Barcellona abbia smarrito la profondità di gioco. Il possesso palla è altissimo, ma sterile. Punte dell'84% senza tirare in porta. "La squadra avversaria ha giocato comunque una grande partita. In partite come questa si incontrano difficoltà. Abbiamo giocato contro una squadra aggressiva che ci ha chiuso bene e non è stato facile.  Questa partita ci farà comunque bene. Perché quando fai cose sbagliate, le puoi migliorare.  Avrei voluto cercare e trovare profondità attraverso le fasce ma non è stato possibile".

SCELTE - A questo punto, considerato anche la lungodegenza di Suarez, potrebbe trovare posto, nonché maggiore considerazione Ansu Fati. Setièn non lo esclude. "Si tratta di un giocatore con ottime condizioni e vedremo come si evolve nel nostro modo di intendere il gioco. Avrà maggiore o minore importanza a seconda di come si metteranno le cose".