Setièn a ruota libera: “Preferisco giocare prima del Real. Con il Napoli in campo neutro è uno svantaggio. Arthur resta, ho bisogno di tutti”

Setièn a ruota libera: “Preferisco giocare prima del Real. Con il Napoli in campo neutro è uno svantaggio. Arthur resta, ho bisogno di tutti”

Quique Setién in conferenza stampa telematica non perde occasione di far discutere. Il tecnico del Barça, alla vigilia della sfida con il Maiorca ha espresso alcune… preferenze.

di Redazione Il Posticipo

Quique Setién in conferenza stampa telematica non perde occasione di far discutere. Il tecnico del Barça, alla vigilia della sfida con il Maiorca ha espresso alcune… preferenze. “Sono contento di giocare prima del Real Madrid, piuttosto che attendere che perdano punti, preferisco guadagnarne”. Non è molto soddisfatto invece della ipotesi di giocare il ritorno dei quarti di finale a Lisbona. “In linea di principio, sono ipotesi. Ci spiacerebbe però giocare su un campo neutro dopo aver giocato a Napoli sul loro campo sarebbe uno svantaggio. Comunque, se sarà così immagino che dovremo accettare la situazione”.

SCELTE – Tutte le scelte, però, sono dettate dalle esigenze a prescindere… dalla condotta. “Non so se Semedo giocherà ma la scelta non sarà influenzata da quanto accaduto. Sono stato più preoccupato che arrabbiato. Gli ho parlato e si è scusato. È solo un errore. Umtiti non ha ancora il ritmo dei compagni, mentre c’è la possibilità di vedere Suarez anche se non credo possa giocare una partita interaW.

ARTHUR  – A proposito di big. Si gioca in tempo… di calciomercato. Come nel caso di Arthur: “Io ho bisogno di tutti, perché ci sono molte partite da giocare. Non voglio parlare di mercato, il ragazzo ha avuto un problema e lo ha superato bene. La sosta forzata gli ha dato una mano. È tornato bene, si è allenato bene ed è disponibile come tutti gli altri. È un grande calciatore ”.

PROSPETTIVE – Ci si aspetta un Barcellona più completo. Più… di Setién: “Dobbiamo migliorare nel possesso palla, così come su altri aspetti sia indifesa che in attacco. La quantità di informazioni che forniamo va comunque assimilata, serve del tempo. La gestione sarà legata agli eventi. Messi e tutti gli altri giocatori sanno come gestirsi. Mi fido dei miei giocatori. E con i cinque cambi in tanti potrebbero avere le loro opportunità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy