Sergio Ramos non rinnova: Juve alla finestra…

Al netto delle promesse, nessun contratto per il capitano. Il tempo stringe…

di Redazione Il Posticipo

In Spagna iniziano a preoccuparsi. Sergio Ramos non ha ancora rinnovato il proprio contratto con il Real Madrid e, al netto delle promesse, il tempo inizia a stringere. E come riporta il Mundo Deportivo, la firma non sembra essere così scontata.

NERVOSISMO – Fra le segrete stanze della Casa Blanca inizia a serpeggiare un certo nervosismo. L’orizzonte di una nuova ondata pandemica e la previsione di un taglio del 20% dello stipendio a tutta la rosa non aiuta a ritrovare serenità. E in un contesto reso quanto mai complicato dalle congiunture, si inserisce anche un caso spinosissimo come quello del rinnovo del Gran Capitan. La situazione è nota. Ramos ha il contratto in scadenza nel 2021 e ha espresso più volte il desiderio di chiudere la sua carriera con il Real Madrid. Anche le merengues vorrebbero chiudere ma il desiderio reciproco non basta, senza le condizioni economiche.

2023 – Tutto balla intorno alla durata del rinnovo. Ramos ha chiesto e sinora non ottenuto un rinnovo sino al 2023 che contrasta con le idee della dirigenza. Nessuno disconosce il valore e il peso del calciatore, ma sulla bilancia c’è anche la carta d’identità. Il Real, superata la soglia dei 32 anni, propone a chiunque, il rinnovo anno per anno. In questa ottica, la pretesa di un biennale, con tanto di aumento appare eccessiva, anche se arriva dal giocatore più rappresentativo del club. Sergio Ramos ha dalla sua un finale di stagione straordinario. Ha messo la firma sul titolo ed è in giocatore amatissimo dai tifosi e dai compagni. Tuttavia la filosofia del Real è chiara. Niente e nessuno è più importante del club. E il caso CR7 lo dimostra.

MURO CONTRO MURO – Il rischio di un muro contro muro esiste, anche se si cercherà in tutti i modi di evitarlo. Così come la possibilità di perderlo a parametro zero. Ramos, però, liberandosi senza dover costringere il nuovo acquirente a pagare il prezzo del cartellino, può puntare a uno stipendio ancora più importante. Le richieste, fra l’altro, non mancano. PSG e Juventus sono alla finestra e pronte ad accontentarlo da un punto di vista economico, potendo risparmiare sul costo dell’operazione per il trasferimento. Al Real lo sanno bene, ma non accettano, per principio, di farsi prendere per il collo. E così il nervosismo sale e il tempo stringe…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy