Sergio Ramos, che stoccata a Piquè: “La gente deve smetterla di immaginarsi le cose, sembra quasi che dobbiamo ringraziare gli arbitri per il primato…”

Sergio Ramos è fatto così, non si limita a difendere ma…attacca anche. Per lui un altro gol e forse un altro passo verso un titolo che, comunque vada, sarà parecchio contestato. Già, perchè a fine partita il Gran Capitan non ha resistito a fare un po’ di polemica con il suo compagno di reparto in nazionale…

di Redazione Il Posticipo

Sergio Ramos è fatto così, non si limita a difendere ma…attacca anche. Lo conferma, qualora ce ne fosse bisogno, il tabellino del match del Real Madrid contro il Maiorca, in cui il nome del Gran Capitan fa di nuovo capolino. Per lui, che già contro la Real Sociedad aveva superato Ronald Koeman, diventando il difensore più prolifico di sempre della Liga, un altro gol e forse un altro passo verso un titolo che, comunque vada, sarà parecchio contestato. Già, perchè a fine partita, con i Blancos di nuovo appaiati ai catalani in classifica, ma con il vantaggio degli scontri diretti, Ramos non ha resistito a fare un po’ di polemica con i rivali.

IMMAGINAZIONE – Tutta colpa…della Dottrina Piquè, il concetto espresso dal difensore del Barça secondo cui il Real è avvantaggiato dagli arbitri. Ai microfoni di Movistar il capitano dei Blancos e della nazionale spagnola ci ha tenuto a dire la sua e ha lanciato una frecciata neanche troppo velata al compagno di reparto nelle Furie Rosse… “I media fanno un sacco di rumore perchè siamo primi di nuovo, prima non parlavano così tanto. Ora si parla della VAR, ma non penso che nel corso della stagione ci sia qualcuno di avvantaggiato. Noi non ci facciamo neanche caso, perchè non credo che gli arbitri prendano decisioni predeterminate. Sembra quasi che dovremmo ringraziare loro per il primo posto! La gente deve smetterla di immaginarsi le cose, abbiamo lavorato sodo e dopo il lockdown ci meritiamo il primo posto”.

RECORD – E qualsiasi riferimento alla teoria del complotto evocata da Piquè non sembra per niente casuale… Ma, polemiche a parte, c’è spazio anche per la soddisfazione personale. Con quello segnato al Maiorca i gol in Liga diventano 69. Anche se quello che conta è che il Real vinca… “Alla fine parliamo di uno sport di squadra. Il lato personale della questione ovviamente ti fa sentire orgoglioso e ti motiva, ma è secondario. La cosa più importante è che la squadra mantenga questo stato di forma. È un lavoro ben fatto e sono altri tre punti. Anche se ci sono molte cose che possiamo ancora migliorare”. Come, magari, i rapporti diplomatici col Barça…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy