Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Sergio Ramos, cattivo…solo con il Real! Ma il record di espulsioni è ancora irraggiungibile

Il Gran Capitan è il calciatore più espulso della storia dei Blancos, quello più volte allontanato dal campo in Liga e, già che c'è, anche recordman congiunto in Champions League. Ma i dati sottolineano un particolare: il problema...è la...

Redazione Il Posticipo

Il cattivo per eccellenza del calcio mondiale? Sergio Ramos, senza neanche doverci pensare troppo. Per lui, quella contro il Manchester City è l'espulsione numero 26. Il che lo rende, contemporaneamente, il calciatore più espulso della storia dei Blancos, quello più volte allontanato dal campo in Liga (20) e, già che c'è, anche recordman congiunto in Champions League, con 4 rossi assieme a Ibra e a Davids. Un primato di cui forse non è il caso di andare molto fieri, ma che certifica la fama del difensore spagnolo. Se il Real vede sventolare un cartellino rosso, le probabilità che a finire sotto la doccia sia l'andaluso sono altissime.

SOLO CON IL REAL - Interessante notare che nella sua carriera, il Gran Capitan veda rosso solo quando...veste di bianco. In 170 partite in nazionale, record di cartellini gialli (24), ma neanche un'espulsione, neppure per doppia ammonizione. A Siviglia in 45 presenze dieci gialli, ma di rossi neanche a parlarne. Dunque, il problema è la maglia del Real: 20 espulsioni in Liga, 4 in Champions e 2 in Copa del Rey, tanto per non farsi mancare nulla. In 18 casi Sergio Ramos ha lasciato anticipatamente il campo per doppia ammonizione, mentre negli altri 8, compreso il match con il City, ha salutato per espulsione diretta. E il fatto che tre dei rossi immediati siano arrivati giocando contro il Barcellona di Messi certamente non può essere un caso.

RECORDMAN - Ma, per quanto assurdo possa sembrare, la strada per la vetta è ancora lunga. Le 26 espulsioni relegano Sergio Ramos "solo" al terzo posto della classifica dei calciatori più espulsi di tutti i tempi. Come spiega Goal, sul gradino più basso del podio c'è il Gran Capitan. Ad appena un rosso di distanza c'è Cyril Rool, per gli amici "il macellaio di Francia". Per lui 27 rossi in una carriera che lo ha portato a giocare anche a Marsiglia e al Monaco. Primo e abbastanza irraggiungibile, un vero e proprio mito: Gerardo Bedoya, che tra club e nazionale colombiana è riuscito a beccarsi un totale di 46 espulsioni. Compresa una che gli è costata 15 giornate di squalifica per aver dato un calcio in faccia a un avversario che aveva già mandato a terra con una gomitata. Roba che persino un "cattivone" come Sergio Ramos non ha (ancora) fatto.