Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Sergio Ramos: “Avrei preferito un’altra squadra, amo il Real ma il presente è il PSG Messi? Ottimi rapporti”

(Photo by Pablo Blazquez Dominguez/Getty Images)

L'ex giocatore del Real era a Madrid per presentare la sua nuova palestra...

Redazione Il Posticipo

Sergio Ramos a Madrid per presentare la sua nuova palestra in conferenza stampa. Il destino si è divertito parecchio. Le parole dell'ex capitano dei blancos sono riprese da AS.

MADRID -  Inevitabile non parlare del sorteggio che propone un emozionante ritorno al Bernabeu. "È un misto di sensazioni. Il destino è stato beffardo, mi sarebbe piaciuto affrontare un'altra squadra. Tutti sanno quanto sia affezionato al Real Madrid, è una club che porterò sempre nel cuore ed è un sentimento che non cambierà mai, ma adesso è tempo di pensare al presente, adesso difendo i colori del PSG ed è mio compito fare il massimo per passare il turno con la mia nuova squadra, quindi giocherò per battere il Real. Non ho parlato con nessun ex compagno perché ero coinvolto nella presentazione di questo evento, ma sono sicuro che più avanti sul mio cellulare avrò tanti messaggi... è inevitabile che l'argomento del giorno sia questo".

PARIGI - L'ambientamento in Francia è stato completato. Isolandosi dalle polemiche e cercando di dimenticare un 2021 da incubo. "Non ho ascoltato le polemiche, ho scelto di disconnettermi, anche perché quello che si dice non è sempre vero. Sembrava che non avrei più giocato ma il ginocchio è stato il problema minore in questi mesi. Mentirei se dicessi che quest'anno non è stato difficile.  Lo prendo come una parte della mia vita che mi ha insegnato tanto. Sono molto grato al PSG  per come mi hanno trattato. Anche i compagni mi hanno accolto benissimo. Con Messi  abbiamo un ottimo rapporto che si basa su ammirazione e rispetto reciproco. Cerchiamo di aiutare il PSG a vincere. L'obiettivo è la Champions League e sia io che Messi possiamo dare il nostro contributo".

FUTURO - C'è anche tempo e modo di porsi nuovi obiettivi: "Mi sento bene dopo aver giocato a Saint Etienne. Mi sto riprendendo da quella partita perché dopo tanti mesi il mio corpo non si è abituato. Ovviamente l'unica cosa che ho in mente è tornare a giocare normalmente e ai massimi livelli. Mi piacerebbe molto tornare in Nazionale e giocare i mondiali ma le scelte spettano a Luis Enrique.