calcio

Sergenti di ferro contro top player: a volte vince il tecnico, altre il giocatore o… perdono entrambi

Redazione Il Posticipo

 

Italia - Norvegia, seconda partita del girone di USA'94. Azzurri in 10 dopo l'espulsione di Pagliuca. Sacchi prende una decisione clamorosa. Fuori Baggio. Il commento del Divin Codino: "questo è matto" va dritto in mondovisione ma quella fu la vittoria del sacchismo. La squadra, prima del singolo. Segna Baggio, ma Dino, quello con chili e centimetri. E Baggio, Roberto, ebbe comunque il modo di ritagliarsi un ruolo da protagonista in quel Mondiale. Le strade dei due si separano. L'esperienza di Sacchi in nazionale si chiude senza titoli. Quella di Baggio anche, ma il Divin Codino giocherà anche il Mondiale del 1998 da protagonista. A conti fatti, perdono entrambi.