“Senza vergogna”: i tifosi hanno atteso il ritorno del Barcellona in albergo per insultare tutti

“Senza vergogna”: i tifosi hanno atteso il ritorno del Barcellona in albergo per insultare tutti

La sconfitta con il Bayern non è andata giù ai tifosi del Barcellona che erano a Lisbona.

di Redazione Il Posticipo

C’è modo e modo di perdere e il Barcellona ha scelto senza dubbio il peggiore. La squadra che ha scritto la storia recente della Champions, aggiunge anche un capitolo di cui nessuno, fra i tifosi, sentiva il bisogno. Troppo forte la batosta. E chi si trovava a Lisbona ha pensato di aspettare i giocatori al loro ritorno, come riporta AS, per insultarli.

SENZA VERGOGNA – Non è stato necessario attendere il ritorno a Barcellona per ascoltare direttamente i primi insulti e le accuse di un tifoso sconsolato e l’orgoglio ferito come mai accaduto prima d’ora. “Mascalzoni!”, come riporta il quotidiano, è stata una delle grida più gettonate dai tifosi mentre tutti i giocatori scendevano uno ad uno dall’autobus per recarsi all’ingresso dell’hotel. Ad attenderli pochissimi tifosi, ma abbastanza rumorosi da farsi sentire nella notte di Lisbona divenuta ancor più buia.

BERSAGLIATI – Non tutti hanno subito lo stesso trattamento. Alcuni hanno dovuto sopportare più degli altri. Come nel caso di Suárez, Semedo, Griezmann e Rakitic. L’ “insultometro” però è salito a picchi altissimi quando è stato il turno di Quique Setién e il suo staff.  Come riportato dal sito del quotidiano spagnolo, è servito anche l’intervento della sicurezza per evitare che la situazione degenerasse, anche perché i tifosi non volevano andarsene e la tensione aumentava.

SCAGIONATI – Qualcuno, però, si è salvato dai tifosi: alcuni calciatori non sono stati presi di mira. Mentre i due giovani e molto amati dai tifosi Ansu Fati e Riqui Puig sono stati addirittura applauditi. Non è ovviamente finita a Lisbona. Resta da capire cosa succederà quando la squadra tornerà in Catalogna. Difficile che a Barcellona i calciatori saranno accolti da fiori e applausi…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy