Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Senderos e il Bernabeu: “Ho vomitato in campo per la tensione che mi ha trasmesso”

Il centrale ex Arsenal ricorda la sua esperienza in casa del Real Madrid. In Spagna si dice miedo escénico

Redazione Il Posticipo

"Miedo Esénico". In spagnolo, letteralmente, paura di andare in scena. O del palcoscenico. Per Philippe Senderos , ex giocatore dell'Arsenal, entrambe le interpretazioni calzano a pennello. Come riportato da Marca il calciatore ha ripercorso la sua carriera, soffermandosi su quanto accadutogli in occasione della trasferta di Champions con la maglia dell'Arsenal in casa del Real.

NERVI - Grande e grosso, Senderos, ma anche umano. Lui è svizzero, ma il padre è spagnolo e giocare in uno dei tempi del calcio come il Bernabeu lo ha tradito dal punto di vista nervoso. "Mio padre è spagnolo, ed è nato molto vicino a Madrid, quindi ha sempre tifato  il Real Madrid per tutta la vita. E da piccolo sono cresciuto pensando che  fosse una squadra incredibile per cui mi sarebbe tanto piacerebbe giocare". Almeno contro. E che impatto. "Ricordo quella partita e tutto quel giorno al Bernabéu perché il più difficile da gestire a livello emozionale. Ricordo di aver iniziato a vomitare in campo prima dell'inizio della partita. Stavo vivendo il mio sogno, ma ero intimidito dall'ambiente e dal palcoscenico ".

VITTORIA - Fra l'altro, la sfida si concluse nel migliore dei modi. L'Arsenal ha vinto 0-1. Thierry Henry ha creato, Senderos ha conservato. Un risultato positivo che ne rende ancora più speciale il ricordo. Il difensora spiega di conservarlo nella  memoria come uno dei grandi momenti della sua carriera. "Giocare nel Bernabéu contro il Real Madrid con l'Arsenal mi ha permesso di realizzare il mio sogno da bambino. Volevo realizzarlo e l'ho anche vissuto. Quello è uno dei miei migliori ricordi su un campo da calcio, non importa quanto lo abbia speso e vissuto male finendo per sentirmi male in campo".