Semplici: “Non sono tranquillo. Sereno sì perché i ragazzi si migliorano sempre”

Semplici: “Non sono tranquillo. Sereno sì perché i ragazzi si migliorano sempre”

La Spal non smette di lottare: buon pareggio a Udine anche se resta il rimpianto per il rigore sbagliato

di Redazione Il Posticipo

La Spal non smette di lottare: buon pareggio a Udine anche se resta il rimpianto per il rigore sbagliato. La sensazione è che però la squadra ci sia con la testa e non abbia intenzione di mollare nonostante le evidenti difficoltà.

MOMENTO PARTICOLARE – Semplici analizza così la sfida ai microfoni di DAZN: “Un momento particolare. L’altra settimana abbiamo perso al 94′ oggi abbiamo sprecato il rigore sul finale. Non era facile venire qui a fare la partita, l’Udinese era in buona salute. Sappiamo quale sia il nostro percorso dobbiamo essere più forti delle negatività“. Petagna protagonista in negativo, ma è partito dalla panchina. “Ha sempre giocato questa settimana aveva bisogno di tirare il fiato. Cerco di alternare per dare la possibilità a tutti di aiutarci a centrare il nostro obiettivo. Dispiace per l’errore di Andrea, ma è il primo risultato fuori casa e ci serve fiducia“.

NON TRANQUILLO MA… – C’era pressione. “Ho chiesto a Gotti perché vuole fare il secondo; è in gamba. Sono tranquillo è una parola grossa. Diciamo sereno. I ragazzi stanno crescendo cerchiamo di trovare una nuova identità e un nuovo gruppo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy