Semplici: “La sconfitta è brutta, dobbiamo riprenderci anche se non è facile”

La Spal conferma i limiti di inizio anno. Sconfitta pesante e ultimo posto in classifica. Una sconfitta che fa malissimo dopo un’amnesia difensiva che lascia pensare ad una squadra che ha dei limiti strutturali evidenti rispetto alla passata stagione.

di Redazione Il Posticipo

La Spal conferma i limiti di inizio anno. Sconfitta pesante e ultimo posto in classifica. Una sconfitta che fa malissimo, dopo un’amnesia difensiva che lascia pensare ad una squadra che ha dei limiti strutturali evidenti rispetto alla passata stagione.

AI PUNTI – La Sampdoria nel secondo tempo ha preso le misure. Il gol ha il sapore della beffa. “La squadra ha fatto quello che è nel suo potenziale, abbiamo tenuto palla, cercato di creare varie situazioni pericolose ma senza concretizzare ed è arrivata la beffa. Sono errori grossolani da parte nostra, purtroppo è un momento che ci mettiamo in difficoltà da soli. Non meritavamo assolutamente di perdere. Dobbiamo crederci, anche se non è semplice, ed evitare che certi errori si ripetano”. Le altre squadre in lotta per la salvezza, però, non si fermano, e racimolano punti. “Servirà una Spal che non deve pensare alla classifica;  dobbiamo aggiungere qualcosa di più a quello che stiamo facendo. Meritavamo qualcosa in più e cercheremo di raccoglierlo alla prossima giornata”.

LIMITI  – Il problema probabilmente è negli uomini. La Spal ha perso fra infortuni e scelte di mercato, tre pedine fondamentali rispetto alla passata stagione. Lazzari e Bonaiuti sono andati, Fares è un lungodegente. Quanto basta per mettere in crisi la squadra di Semplici, ultima in classifiche e abbastanza demoralizzata. Il tecnico analizza così la sfida ai microfoni di Sky Sport: “Siamo passati alla difesa a quattro. Loro sono stati bravi ma noi ingenui. Il gol ci avrebbe dato una serenità diversa e avremmo giocato forse una partita migliore. Non abbiamo mai vissuto una situazione del genere, neanche al primo anno. Bisogna certamente fare qualcosa in più”. Non ha dubbi, però, sulla qualità della rosa: “A volte le qualità viste in allenamento non escono fuori in partita. Anche qualche episodio è girato male ma per indecisioni nostre. In generale facciamo fatica. La fortuna, però, bisogna crearsela da noi”. Tutto rimandato, quindi, alla prossima gara contro l’Udinese, scontro diretto per provare a risollevare la stagione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy