Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Semplici: “Abbiamo qualità per salvarci, ma non possiamo permetterci certi errori”

FERRARA, ITALY - JANUARY 05: Leonardo Semplici manager of Spal gestures during the Serie A match between SPAL and Hellas Verona at Stadio Paolo Mazza on January 5, 2020 in Ferrara, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Ko pesantissimo per il Cagliari che ha sbagliato troppo in fase di finalizzazione.

Redazione Il Posticipo

Il Cagliari non poteva sbagliare nella trasferta in casa dello Spezia. E invece prima concede due gol e tanto campo alla Spezia. E poi non concretizza l'enorme pressione finale. Al netto della produzione di gioco, però, la squadra di Semplici esce sconfitta e cala... a Picco in classifica. Un ko pesantissimo in chiave salvezza, anche per come è maturato. Finale convulso e pareggio cancellato (giustamente) dal VAR. Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

ERRORI - Al Cagliari non riescono le cose più... Semplici negli ultimi sedici metri e i sardi tornano dalla trasferta di Spezia con nessun punto e tantissimi rimpianti. Gli errori si pagano: "Sapevamo che lo Spezia gioca alto ma abbiamo sfruttato poco le nostre occasioni. Ai punti forse avremmo vinto noi, probabilmente  non meritavamo di perdere ma alla fine conta il risultato. La partita è stata interpretata bene. Il Cagliari ha creato i presupposti per far male allo Spezia. Subito lo svantaggio, abbiamo avuto delle palle gol clamorose per rimettere la partita sul pari. Poi abbiamo preso il secondo gol. E nonostante tutto la squadra ha ripreso a macinare gioco. Purtroppo certi tipi di errori non è possibile permetterseli perché vanno a vanificare tutto il lavoro svolto".

SALVEZZA - La corsa salvezza si complica, anche se la sensazione è che il Cagliari resti fra le squadre più attrezzate per la permanenza. "I sette punti in una settimana non ci hanno fatto guarire, dobbiamo ancora lavorare per crescere e provare a raggiungere l'obiettivo salvezza. Le occasioni le abbiamo create e sono state anche clamorose. Con i se e i ma non si portano a casa punti. Di positivo c'è che la squadra fa sempre la partita. Quando si ha paura non si propone gioco, ma mi sembra che la squadra sia tutt'altro che impacciata in fase di costruzione. La classifica è complessa, ma dipendiamo da noi stessi. E tocca a noi cercare di fare risultato. Non faccio tabelle e programmi. La corsa è su noi stessi. La squadra ha le qualità per tirarsi fuori da questa situazione purché non si ripetano certi errori. Queste partite vanno almeno pareggiate".

Potresti esserti perso