Seconda casa: il Manchester City costruirà un altro centro sportivo a… Londra

Invece di andare in albergo per affrontare i match in trasferta nel sud dell’Inghilterra, il Manchester City vuole consentire a Guardiola di preparare le partite in una seconda casa. Nel vero senso della parola.

di Redazione Il Posticipo

Chi possiede una casa sa bene che per sceglierla bisogna fare dei compromessi, tra cui stabilirsi nel nucleo del proprio raggio d’azione. Certo, c’è poi chi per diverse necessità e grazie alle maggiori risorse economiche, può permettersi di acquistare o farsi costruire una seconda casa per rispondere ad altre tipologie di esigenze. È quello che sembra voler fare il Manchester City: costruire una replica del proprio centro sportivo…a Londra.

LA PRIMA CASA – L’Etihad Campus è senza dubbio una delle migliori strutture al mondo in quanto a centri sportivi. Il Manchester City non ha badato a spese per costruirlo e ha voluto farlo nella maniera migliore possibile. Ci sono certamente riusciti, visto che si tratta di un centro sportivo dotato di sedici campi e uno stadio da 7.000 posti. Tra i campi, tra l’altro, ce ne sono alcuni al coperto nei quali è possibile regolare la temperatura per adattarsi alle condizioni attese nello stadio che ospiterà i Citizens. Certo, questa “casa” è piuttosto lontana dai luoghi d’interesse della squadra. La maggior parte dei club di Premier League è infatti basata nel sud dell’Inghilterra e per quanto sia piacevole andare in lussuosi alberghi e allenarsi in strutture sempre, diverse farebbe davvero comodo avere un quartier generale, più simile alla prima casa possibile, nel centro del proprio raggio d’azione. Così, come riporta il Sun, il club di Manchester sembra aver deciso di costruire un’altra struttura a Londra.

LA SECONDA CASA – Il centro sportivo dovrebbe chiamarsi Etihad II e avere le stesse caratteristiche del centro sportivo principale dei Light Blues sebbene sia prevista una maggior parsimonia nella costruzione dello stesso. Per ora si parla comunque di almeno un campo di allenamento, delle stanze con tutte le comodità e letti di prima classe per il pernottamento e una mensa. Certo, questa struttura per molti altri club potrebbe essere meglio del proprio centro sportivo,ma bisogna considerare che l’Etihad Campus (il primo) è una struttura da 270 milioni di euro. Una replica in miniatura, potrebbe fare la fortuna del club e garantire un minore stress e una maggiore ottimizzazione per ciò che riguarda gli spostamenti e ciò che essi comportano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy