Scozia, un…normale weekend di campionato: rosso per calcio sui gioielli di famiglia

Scozia, che succede? Da inizio stagione è accaduto di tutto e non sembra essere ancora finita: calci sui gioielli di famiglia, cavigliere elettroniche in campo e…tante altre strane storie.

di Redazione Il Posticipo

Bisognerebbe interrogare degli astrologi. Si richiedono referenze. Già, perché deve esserci qualche congiunzione astrale, qualche interferenza planetaria fissa sul nord della Gran Bretagna. In Scozia, lo splendido paese dei castelli e dei laghi, dall’inizio della stagione sui campi da calcio sta davvero succedendo di tutto. Qualche esempio? Lanci di monetine sui guardalinee, un altro gettone condito da minacce di morte finito sulla faccia di Neil Lennon, un tifoso cacciato dallo stadio che si arrampica su un albero per vedere il resto della partita. Ma non solo: stavolta un giocatore dell’Ayr ha reagito a un avversario dandogli…un calcio sui gioielli di famiglia.

FRIZZANTE – È vero, quello scozzese è sempre stato un calcio particolarmente frizzante, specie nei derby. Si pensi ai lanci di seggiolini di qualche anno fa nel derby tra Hearts e Hibernians e in generale anche il derby di Glasgow non è mai molto sereno. Solo che quest’anno, questo briciolo di follia sembra aver cominciato a dilagare in una diffusione della violenza un po’ più generalizzata anche in campo. Nella partita tra Greenock Morton e Ayr United, il difensore del Greenock Gregor Buchanan entra in maniera…abbastanza dura (eufemismo) su un giocatore dell’Ayr, Craig Moore. Il quale ha reagito dando all’avversario…un calcio ben assestato nelle parti basse sotto gli occhi dell’arbitro. Rosso diretto, ma non finisce lì. Un avversario, anche abbastanza carinamente, lo prende sotto braccio per accompagnarlo fuori dal campo dopo essersi beccato l’espulsione ma lui lo spintona via. E il giocatore del Greenock prova a dargli un calcetto! Il tutto, ovviamente, è già virale sui social network.

RAVVISATO TARDIVAMENTE – Tuttavia, non è il solo caso particolare avvenuto in Scozia negli ultimi mesi. C’è anche la vicenda che riguarda Paul McGowan, centrocampista del Dundee, che il 4 agosto ha giocato contro il St. Mirren esibendo una cavigliera elettronica sotto al calzettone d’ordinanza. Quasi…normale per chi, come racconta l’Evening Telegraph, negli ultimi anni ha spesso avuto problemi con la giustizia. Ma nonostante tutte le giustificazioni del mondo, visto il caos delle ultime settimane, una domanda si rende quasi necessaria: Scozia, cosa sta succedendo?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy