Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Scozia, sospetti sulla sospensione dei campionati: amichevoli dorate per il Dundee, che può decidere il futuro della Premiership

Nonostante il caos coronavirus, prima o poi si riprenderà a giocare, ma che succede alla stagione in corso? Molti vorrebbero riprenderla e terminarla, altri preferirebbero che venisse annullata. E in Scozia il muro contro muro è così forte...

Redazione Il Posticipo

Nonostante il caos coronavirus, prima o poi si riprenderà a giocare, ma la domanda che tutti si pongono è una sola: che succede alla stagione in corso? Molti vorrebbero riprenderla e terminarla, altri preferirebbero che venisse annullata. Questione di sicurezza sanitaria, ovviamente, ma anche obiettivi e di posizione di classifica. Ovvio che chi sta avendo un'annata deludente non si strapperebbe i capelli in caso di cancellazione, mentre chi sta superando le aspettative non vuole gettare al vento i frutti di una stagione straordinaria. E in Scozia il muro contro muro è così forte che...si tenta di "corrompere" chi deve votare sul futuro delle competizioni.

MANCA UN VOTO - Il Daily Mail racconta l'assurda storia del Dundee FC (da non confondersi con il Dundee United che affrontò la Roma in Coppa dei Campioni), che non gioca neanche in Scottish Premiership ma che può decidere le sorti del massimo campionato scozzese. Il tutto nasce da una riunione telematica in cui i club hanno votato per conferire agli organizzatori dei campionati professionistici la possibilità, se dovesse essercene bisogno, di sospendere e cancellare tutti i tornei. Peccato che il voto del Dundee non sia stato registrato in tempo per problemi tecnici. La Lega Calcio scozzese, però, ha richiesto che il club esprima di nuovo il suo voto, anche perchè è fondamentale per la decisione: ci vuole il 75% di "sì" per dare alla SPFL i pieni poteri e il parere positivo del Dundee approverebbe la mozione.

AMICHEVOLI - Questioni di politica sportiva, che però ora lasciano spazio a più di qualche sospetto. Il Mail spiega infatti che al club sarebbero arrivate offerte molto importanti da parte di alcuni club di Premiership per disputare amichevoli estive. Di solito si offre un compenso alle squadre minori che affrontano compagini di categorie superiori e il tabloid spiega che le cifre proposte al Dundee sono molto importanti. Forse anche un po' troppo per una semplice partitella di preparazione. E quindi più di qualcuno ritiene che i club stiano cercando effettivamente di "comprare" il voto del Dundee, spingendo la società a votare pro o contro la mozione, a seconda della convenienza nel fermare o no il campionato. Una situazione decisamente inattesa, che potrebbe fare molto discutere da quelle parti...