Scozia, effetti collaterali da Old Firm: licenziato dalla propria squadra per aver fatto gestacci ai tifosi del Celtic

Scozia, effetti collaterali da Old Firm: licenziato dalla propria squadra per aver fatto gestacci ai tifosi del Celtic

Fraser Aird è un ex giocatore dei Rangers di Glasgow. Domenica era all’Old Firm. Ed ecco perché è stato cacciato dal suo club.

di Redazione Il Posticipo

Fraser Aird è un ex giocatore dei Rangers di Glasgow. È canadese ma le sue origini scozzesi gli valgono la cittadinanza ma non solo quelle. Il ragazzo, a Glasgow si è trovato benissimo, ha trovato il suo posto ed è evidentemente diventato un tifoso sfegatato dei Rangers. Ecco perché domenica era all’Old Firm nonostante sia un giocatore dei Cove Rangers, squadra di Aberdeen che milita in quarta divisione. Ed ecco perché è stato cacciato dal suo club.

GELOSIA – No, i Cove Rangers non sono “gelosi” che un proprio atleta vada a sostenere altre squadre allo stadio. Il punto è che le telecamere di Sky hanno ripreso il giocatore canadese sugli spalti intento a fare dei gesti offensivi in direzione dei tifosi del Celtic. Questo, in genere, alle società non piace. Neanche un po’. La sportività è uno dei requisiti fondamentali per far parte di una squadra e le pose nelle quali è stato immortalato Aird non sono proprio un ritratto di quei valori.

DERBY – Sui social, come al solito, ci sono i commenti più disparati riguardo alla questione. Pochi, davvero pochi si indignano con il club ma per un motivo semplice: il contratto del ragazzo sarebbe andato in scadenza a gennaio inoltrato. Chissà se i Rangers vogliano dare “onore al merito”, un piccolo riconoscimento al ragazzo che ha offensivamente partecipato alla loro battaglia. Aird, tra l’altro, è uno dei giocatori che ha partecipato alla risalita dei ‘gers in Scottish Premiership nonché un membro della squadra che nell’ultimo ano di seconda divisione è rimasta imbattuta per tutta la stagione. Insomma, non che sia bello quello che ha fatto verso i tifosi del Celtic ma, si sa, a quelle latitudini la passione nei derby non è molto facile da tenere a freno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy