Scozia, blitz della polizia con richieste…calcistiche: “Voglio della birra e che Rodgers torni al Celtic!”

Scozia, blitz della polizia con richieste…calcistiche: “Voglio della birra e che Rodgers torni al Celtic!”

Scene da far west a Paisley, nei dintorni di Glasgow. Un uomo si è barricato in un appartamento armato e ha costretto le forze dell’ordine a un blitz notturno. Cosa c’entra il calcio? C’entra eccome, perchè è parte integrante della negoziazione e delle richieste dell’uomo.

di Redazione Il Posticipo

Scene da far west a Paisley, nei dintorni di Glasgow. Come riporta il Daily Record, un uomo si è barricato in un appartamento armato e ha costretto le forze dell’ordine a un blitz notturno per farlo desistere dal fare del male a qualcuno. Cosa c’entra il calcio? C’entra eccome, perchè è parte integrante della negoziazione e delle richieste dell’uomo. Cosa voleva per arrendersi? La frase celebre, almeno a memoria di film polizeschi, prevede “una valigia piena di soldi, una macchina per andare in aeroporto e un volo fuori dal paese”. Non in questo caso. Stavolta…ci voleva il ritorno di un allenatore.

RICHIESTE – “Voglio una cassa di birre, un lavoro e voglio che Brendan Rodgers torni qui”. Facile esaudire la prima e la seconda richiesta, un po’ più complicato per l’ultima, visto che il tecnico non è più al Celtic Glasgow perchè da qualche settimana ha scelto di volare più a sud, a Leicester, per tornare in Premier League. Una decisione che ai tifosi degli Hoops non è che sia andata troppo giù, come dimostra il tentativo di furto e di vandalismo dentro la sua casa di Glasgow, con tanto di selfie da parte del malvivente di fronte alla finestra. Ed evidentemente anche il protagonista di questa storia non l’ha presa granchè bene.

ARRESTATO – Come è andata a finire? Dopo una mezz’ora di trattative, anche senza le birre e con Rodgers ancora saldamente al comando delle Foxes, l’uomo alla fine si è arreso. Come riporta un portavoce della polizia, citato dal Daily Record, “nessuno si è fatto male e il trentunenne è stato arrestato ed incriminato”. Ubriachezza molesta? Possibile, ma una cosa è certa. La fuga dell’ex tecnico del Celtic verso Leicester non è esattamente qualcosa che dalle parti di Glasgow dimenticheranno presto. Soprattutto se continueranno gli episodi di cronaca, non strettamente calcistica, che lo riguardano!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy