calcio

Scoppia la bomba Rabiot! Il francese si allena con le riserve e Tuchel si dissocia: “Scelta del club”

Era solo questione di tempo, in fondo. La bomba Rabiot era destinata a scoppiare e lo ha fatto ben prima del previsto. La situazione del francese sta creando parecchi malumori al Parco dei Principi e sta mettendo contro due degli elementi...

Redazione Il Posticipo

Era solo questione di tempo, in fondo. La bomba Rabiot era destinata a scoppiare e lo ha fatto ben prima del previsto. La situazione del francese sta creando parecchi malumori al Parco dei Principi, anche perché sta mettendo contro due degli elementi principali di questa storia: società e allenatore. Il che, di base, non è esattamente il massimo della vita. Certo, il centrocampista e sua madre ci hanno messo parecchio del loro per esasperare le alte sfere della società transalpina, ma le scelte della dirigenza rischiano di creare una frattura difficile da ricomporre. Meglio dunque non prendere scelte affrettate? Macché.

RISERVE - Come riporta Mundo Deportivo, Rabiot si sta allenando con la squadra riserve, assieme a compagni destinati alla cessione a gennaio. Arriva dunque l’ennesimo passo verso il baratro sportivo, dopo la scelta di tenerlo prima in panchina, poi in tribuna e addirittura fuori dagli spogliatoi. Rabiot è fuori rosa, punto. Questa la visione della società. Ma non di Tuchel, che anzi negli ultimi giorni ha pensato addirittura a un reintegro (ora quasi del tutto impossibile) e che ha tranquillamente dichiarato di non aver avuto voce in capitolo sulla decisione di escludere il suo centrocampista dagli allenamenti. “Devo pensare a una squadra da schierare e sarà una squadra senza Adrien. Sono uno che rispetta le decisioni del club e questa è una decisione del club”.

CONSIGLIO - Tutto risolto dunque? Beh no, perché il tecnico tedesco non è assolutamente contento di quello che sta succedendo. Anche perché Rabiot è stato centrale nel suo progetto di gioco, almeno finché non è stato chiaro che il rinnovo non sarebbe mai arrivato. E ai due...separati a forza arriva il consiglio di Dugarry, che dà il suo parere sulla questione durante la sua trasmissione radio: “Se fossi Rabiot direi che voglio giocare con il PSG, che voglio aiutare la squadra a vincere la Champions League. Questo metterebbe la società con le spalle al muro e potrebbero reintegrarlo, per la gioia di Tuchel”. Sarà questa la soluzione? Difficile immaginare un finale anche minimamente tranquillo. E chissà che alla fine non ci vadano di mezzo, come sempre, il resto della squadra e i risultati...