Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Scholes stronca Rangnick: “Non so cosa faccia sulla panchina dello United, andrei su Tuchel o Conte”

Scholes stronca Rangnick: “Non so cosa faccia sulla panchina dello United, andrei su Tuchel o Conte”

Quando il gioco si fa duro, lo United lascia il tavolo. E altrettanto duramente Scholes condanna il tecnico.

Redazione Il Posticipo

Il Manchester United colleziona un nuovo flop in Europa. I Red Devils chiudono ancora una volta con largo anticipo la  Champions League, nonostante abbiamo vinto 13 delle 16 precedenti di queste gare nella competizione. Insomma, quando il gioco si fa duro, lo United lascia il tavolo. E altrettanto duramente Scholes condanna Rangnick. Le parole dell'ex calciatore sono riprese da BT sports.

INCOMPRENSIBILE - L'ex centrocampista non usa mezzi termini. "Non so perché, non mi spiego come Ralf Rangnick sia stato scelto per essere l'allenatore di questo club. Credo che sia giunto il momento di trovare un vero allenatore per questa squadra. Lo ritengo il primo passo necessario per tornare a vincere. In questa squadra c'è molto talento ma occorre una guida capace di valorizzare questa squadra. Sono convinto che se Simeone fosse stato sulla panchina dell'Old Trafford, lo United avrebbe passato il turno. Lo United ha una buona rosa con alcuni top player, ma negli ultimi tre o quattro anni non ha avuto un allenatore d'élite. Serve un allenatore che faccia paura ai giocatori, come Sir Alex Ferguson. Questi giocatori scesi in campo oggi, sono sempre riusciti a trovare alibi e giustificazioni. E a farla franca".

 MANCHESTER, ENGLAND - FEBRUARY 04: Manchester United manager Ralf Rangnick and Cristiano Ronaldo leave the pitch after losing the penalty shoot out during the Emirates FA Cup Fourth Round match between Manchester United and Middlesbrough at Old Trafford on February 04, 2022 in Manchester, England. (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

ALTERNATIVE - Il tempo di Rangnick è esaurito. Questione di mesi. Le alternative sono Pochettino o Ten Hag, entrambi eliminati, seppur in modi diversi, dalla Champions. Scholes in tal senso ha idee chiare. E nomi doveri. "Non credo che lo United possa competere ancora City o Liverpool, ma non credo che sia così inferiore al Chelsea. Se dovessi indicare un nome, avrei pochi dubbi. Antonio Conte o Thomas Tuchel. Sono due allenatori di prim'ordine che mettono paura ai giocatori. E che soprattutto vincono. Lo United, con uno di questi due tecnici alla guida, sarebbe molto più complicato da affrontare. Fra l'altro mi sembra che almeno uno o addirittura entrambi possano essere disponibili alla fine della stagione. Conte al Tottenham Hotspur vive sulle montagne russe e non credo gli faccia piacere. Tuchel potrebbe essere alla ricerca di un nuovo lavoro la prossima stagione non per colpa sua".