Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Scholes duro sul Manchester United: “La sconfitta sta diventando una cosa accettabile”

Scholes duro sul Manchester United: “La sconfitta sta diventando una cosa accettabile”

Dopo la debacle di Danzica, quello che preoccupa Paul Scholes è che il Manchester United cominci a far sembrare la sconfitta un qualcosa di accettabile.

Redazione Il Posticipo

Il Manchester United ci va vicino ma poi Emery fa quello che sa fare meglio: vincere l'Europa League. In un club del genere, però, andarci vicino non basta. Sì, perché lo stemma su quella maglia, per tutto quello che comporta, richiede dei successi che però non arrivano dalla stagione 2016/17 con Community Shield, Coppa di Lega e Europa League con Mourinho. Ora, secondo una leggenda del club, il club non si è solo disabituato a vincere: quello che preoccupa Paul Scholes è che il Manchester United cominci a far sembrare la sconfitta un qualcosa di accettabile.

PRETESE - Alla fine della disputa tra Manchester United e Villarreal il leggendario centrocampista dei Red Devils si è sfogato ai microfoni di BT Sport. "È difficile uscire dalla partita e dar loro dei meriti, non hanno fatto bene stasera. Nel complesso ci sono stati dei progressi. Ma... perdere gli fa abbastanza male? Sembra essere diventata una cosa accettabile. Dal punto di vista di Ole, dove sono le pretese?. Sì, ha fatto dei progressi ma questo club si aspetta di vincere dei trofei. Se nel prossimo paio d'anni non avrà vinto ancora nulla potrebbe avere un problema".

LA SCONFITTA - Ma il problema non riguarda solo l'ex compagno di squadra Ole Gunnar Solskjaer. Paul Scholes, da ex giocatore, se la prende proprio con i giocatori dello United. "Ad alcuni giocatori non ha fatto male perdere. Bruno Fernandes, Edinson Cavani, a loro dispiace. Loro sembrano quelli davvero feriti per quanto riguarda gli altri... per loro è accettabile, anche da parte dell'allenatore". Come si diceva in precedenza, l'ultimo trofeo è stato vinto da Mourinho a Manchester. E Scholes chiude con la dichiarazione "They've become a nice club". Sembra proprio quella espressione di Mourinho quando al Tottenham ha parlato di squadra di "bravi ragazzi". Peccato che il portoghese abbia specificato subito dopo di volere degli "st***zi". Perché a parte qualche eccezione, di solito solito sono loro che vincono le partite e di conseguenza i trofei…