Scholes analizza lo United: “Il problema è che sembra non abbiano mai giocato assieme, la soluzione…è Ozil”

Scholes analizza lo United: “Il problema è che sembra non abbiano mai giocato assieme, la soluzione…è Ozil”

Lo United vince fuori casa dopo 232 giorni, ma la soluzione ai problemi di Solskjaer non è ancora arrivata. Manca un’identità di gioco e probabilmente anche qualche valore tecnico importante in mezzo al campo. E se lo dice Paul Scholes, leggenda dei Red Devils, forse è il caso di crederci.

di Redazione Il Posticipo

Lo United vince fuori casa dopo 232 giorni, ma la soluzione ai problemi di Solskjaer non è ancora arrivata. Manca un’identità di gioco e probabilmente anche qualche valore tecnico importante in mezzo al campo. E se lo dice Paul Scholes, leggenda dei Red Devils, forse è il caso di crederci. L’ex centrocampista, ora opinionista per BT Sport, ha dato la sua opinione sulla situazione attuale dalle parti di Old Trafford e ha segnalato sia un grosso problema che una soluzione al suo ex compagno di squadra, che porta a casa i tre punti da Belgrado ma non certo buone indicazioni per il futuro.

SCOLLEGATI – “Sembra una squadra di sconosciuti, è come se non avessero mai giocato assieme”, spiega Scholes. “Non c’è alcun collegamento tra il centrocampo e l’attacco, i passaggi a volte sono pessimi. E in queste situazioni serve qualcuno che ti incoraggi, vuoi vedere qualche bella giocata di tanto in tanto. Un uno-due, il trequartista che riceve palla e si gira, ma c’è una mancanza di entusiasmo generale”. Insomma, quel pizzico di imprevedibilità che anche una squadra compatta e ordinata come lo United di Sir Alex aveva, anche grazie alla visione di gioco di Scholes. E se lo United cerca un trequartista, la risposta può essere…a Londra.

OZIL – Dove Mesut Ozil è ai ferri corti con Emery e potrebbe lasciare l’Emirates. Non la soluzione a tutti i problemi dello United, ma di certo un buon rimedio nell’immediato secondo il grande ex. “Allo United potrebbe fare comodo uno come Ozil, capace di collegare bene i reparti. È un giocatore di qualità, lo ha mostrato spesso in carriera. Potrebbe essere una soluzione a breve termine, credo che alla fine dipenda da lui”. Ma l’Arsenal lascerà andare il tedesco (anche se non lo fa giocare) a un’avversaria diretta? “Non so dire se succederà, ma è il tipo di calciatore che, nell’immediato, serve allo United”. E chissà che Emery non decida di lasciarlo andare…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy