Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Schmeichel bacchetta Mou per gli applausi alla Dinamo: “Fossi un suo giocatore sarei contrariato. Sir Alex non lo avrebbe mai fatto…”

(Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Nel bene e nel male, Josè Mourinho fa sempre parlare di sè e la serata di Europa League del Tottenham non ha fatto eccezione. Dopo l'eliminazione del Tottenham, il tecnico è spuntato alla porta dello spogliatoio della Dinamo per applaudire i...

Redazione Il Posticipo

Nel bene e nel male, Josè Mourinho fa sempre parlare di sè e la serata di Europa League del Tottenham non ha fatto eccezione. Gli Spurs sono stati clamorosamente eliminati dalla Dinamo Zagabria, subendo ai supplementari il 3-0 che ha totalmente ribaltato la vittoria casalinga della stessa settimana. Una sconfitta inaccettabile, che lancia parecchie ombre sul futuro di Mou come tecnico degli Spurs. In compenso però lo Special One è anche finito sotto i riflettori per un gesto abbastanza inatteso. Appena finita la partita, mentre i giocatori della Dinamo stavano ancora festeggiando negli spogliatoi, il tecnico è spuntato alla porta per applaudire i vincitori. Grande sportività o qualcosa da evitare? Peter Schmeichel dice la sua.

CONTRARIATO - L'ex portiere del Manchester United e della nazionale danese, parlando alla CBS, non ha per nulla apprezzato il gesto di Mou. "Fosse stato il mio allenatore a fare una cosa del genere, dopo una partita in cui è successo quello che è successo... Sarei molto contrariato. Quello che doveva fare era andare nel suo spogliatoio e fare quello che doveva fare un allenatore a porte chiuse". Sui motivi che hanno spinto il tecnico di Setubal a una mossa simile, Schmeichel ha la sua teoria. "Per me ha fatto una cosa per i social, diciamo che era un modo per non far parlare troppo di quello che è successo in campo". Un po' come le manette ai tempi dell'Inter o le conferenze stampa infuocate quando allenava lo United.

SIR ALEX - In ogni caso, qualsiasi fossero le ragioni, il danese non capisce tutti questi complimenti a Mou. Che, secondo l'ex portiere, avrebbe prima dovuto passare...l'asciugacapelli ai suoi e poi andare a trovare i croati. E ogni riferimento a un certo tecnico scozzese non è per nulla casuale. "Doveva stare nel suo spogliatoio, parlando con i suoi calciatori per assicurarsi che capissero che quello che era appena accaduto era inaccettabile. Per esempio, non avremmo mai visto uno come Ferguson fare una cosa del genere. Sir Alex avrebbe prima parlato con i suoi giocatori e poi sarebbe andato a mostrare il suo rispetto agli avversari. Queste cose non si fanno appena finita la partita. A me non avrebbe certamente fatto piacere". E far arrabbiare uno come Schmeichel non è mai una buona idea...