Scaloni: “L’Argentina è competitiva, ma non è la squadra più forte”

Scaloni: “L’Argentina è competitiva, ma non è la squadra più forte”

Scaloni, avviso ai naviganti. L’ex giocatore della Lazio e attuale CT dell’Argentina, in una intervista riportata da TNT Sports, parla dell’immediato futuro della albiceleste fra Qualificazioni Mondiali e Copa America.

di Redazione Il Posticipo

Scaloni, avviso ai naviganti. L’ex giocatore della Lazio e attuale CT dell’Argentina, in una intervista riportata da TNT Sports, parla dell’immediato futuro della albiceleste fra Qualificazioni Mondiali e Copa America. E ritiene che la squadra non sia fra le nazionali che possano ambire a vincere.

CONCORRENZA – Scaloni è stato molto chiaro: a suo avviso l’Argentina è competitiva, ma ciò non significa vincere. Anzi. “L’ Argentina è sempre una candidata alla vittoria, ma la gente pensa che sia una delle selezioni migliori al mondo. Io però non la penso così. Siamo competitivi, possiamo giocarcela con le squadre europee, recitare anche un ruolo da protagonisti, ma nessuno può dire di più. Nessuno può dire che vinceremo la Coppa, ci sono divrse nazionali che sono al nostro livello“. Aspettative eccessive, dunque: “Stiamo migliorando passo dopo passo, non possiamo pensare a ciò che sarà fra due anni, ora l’importante è iniziare bene il girone eliminatorio, poi ci concentreremo sulla Copa América“.

MESSI : Il commissario tecnico ha parlato anche della posizione di Messi, che nelle ultime settimane ha polemizzato con Abidal. Anche per la Pulce, il 2020 è un anno importante: forse l’ultima chance per cercare di vincere qualcosa con la sua Argentina. Scaloni però si sofferma solo sul piano tecnico: “Qualunque cosa sia successa, non ne capisco il motivo. Per il resto lo vedo bene. Con il Betis è stato il migliore del campo anche senza aver segnato. Ha confezionato tre assist ed era presente in  tutte le situazioni pericolose. Credo si senta ancora a suo agio, in Nazionale come al Barça“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy