Scaloni: “Andiamo via con un buon sapore in bocca…”

Prima vittoria per il Commissario Tecnico dell’Argentina sul Brasile. L’allenatore soddisfatto soprattutto per la consapevolezza che può derivare da questa vittoria.

di Redazione Il Posticipo

Si fa presto a dire che è solo un’amichevole. Brasile – Argentina ha sempre un peso specifico importantissimo. E in questo senso, Scaloni si è levato una zavorra niente male. Finalmente ha battuto il Brasile dopo la sconfitta nell’amichevole dello scorso anno e il 2-0 rimediato in Copa America.

SAPORE – Il commissario tecnico dell’albiceleste prova una sensazione sinora sconosciuta. E, come riportato da Olè, anche piuttosto piacevole. “Nel primo tempo c’erano alcune cose andrebbero migliorate, ma stavo giocando col il Brasile. Quindi mi sembra normale soffrire. Il secondo tempo mi è piaciuto molto, è stato importante batterli. Ovviamente è stata una partita totalmente diversa dalla Coppa America, non sono tutti uguali. Dopo tutto, questi tipi di partite sono importanti perché i giocatori rimangono con un buon sapore in bocca”.

SINGOLI – Il ritorno di Messi, (il Brasile torna ad essere la sua vittima preferita in Nazionale dopo il gol che ha segnato ribadendo in rete il pallone respinto da Alisson) è servito parecchio. Resta da capire quale sarà adesso il partner d’attacco della Pulce Le candidature non mancano e sono tutte importanti. In primis Aguero. Quindi gli italiani Lautaro e Dybala. Scaloni ha spiegato le gerarchie. “Sergio sta facendo un lavoro enorme, gli abbiamo parlato dicendogli che lui e Lautaro si sarebbero alternati in campo, giocando un match a testa. La squadra comunque ha risposto. Al netto di chi gioca, hanno dato la vita per la maglia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy