Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Saviola spaventa l’Inter: “Lautaro è il giocatore perfetto per il Barcellona, per qualità e filosofia di gioco”

Javier Saviola non ha avuto la carriera scintillante che ci si aspettava da lui, ma resta un calciatore che ha giocato assieme ai grandissimi, a Madrid, in Catalogna e in Nazionale. E quindi AS, intervistandolo, gli chiede un parere su un paio di...

Redazione Il Posticipo

River Plate, Barcellona, Real Madrid, nazionale argentina. A guardare sulla carta, la carriera di Javier Saviola sembra perfetta. Peccato che il Conejo non abbia mai rispettato le grandissime aspettative che il calcio sudamericano poneva nei suoi confronti. In Europa non è stato devastante come ci si aspettava e alla fine, nonostante non sia stato certo un flop enorme, il classe 1981 (con un passato anche al Verona) ha lasciato il calcio senza aver mai brillato davvero. Resta però un calciatore che ha giocato assieme ai grandissimi, a Madrid, in Catalogna e in Nazionale. E quindi AS, intervistandolo, gli chiede un parere su un paio di connazionali. Tra cui Lautaro, il grande obiettivo blaugrana.

LAUTARO - Che Saviola sia un estimatore del Toro non è una novità, visto che già in tempi non sospetti aveva fatto i complimenti all'Inter per averlo portato in Europa. Ora però l'attaccante potrebbe spiccare il volo verso il Camp Nou..."Lautaro è tra i migliori attaccanti di questo momento. Mi piace tantissimo per il suo modo di intendere il calcio. È un attaccante giovane, che trova benissimo lo spazio e capisce alla perfezione qual è il gioco del killer dell'area di rigore. Sarebbe perfetto per il Barcellona, sia per la sua qualità che per la sua filosofia di gioco. Quando l'ho visto per la prima volta sapevo che era un calciatore destinato a un grandissimo club. E lo vedo perfetto per l'attacco del Barça".

MESSI - A Barcellona Lautaro Martinez troverebbe Messi, con cui fa già coppia nella nazionale argentina. Saviola ha avuto poche occasioni di scendere in campo assieme alla Pulce, ma non per questo è avaro di complimenti. "Messi non smette mai di sorprendermi. Quando si ritirerà ci mancherà moltissimo, anche se credo che gli resti ancora abbastanza tempo in campo. È il miglior giocatore del mondo e continuerà a meravigliarci. Batte tutti i record possibili ed è un esempio per tutti. Si merita tutto quello che ha vinto in carriera. E quando non sarà più in campo, lascerà un buco enorme". Certo, se a Barcellona dovessero coprirlo in parte con il Toro, forse sarebbero meno spaventati da quel momento...