Sassuolo, Caputo: “Voglio stupire e stupirmi. Con il Sassuolo non ci poniamo limiti…”

Il bomber ormai deve segnare più di un gol… per essere sicuro di entrare nel tabellino.

di Redazione Il Posticipo

Ciccio Caputo, un centravanti che sta stupendo tutti. Non è solo uno che segna ma un calciatore completo, coinvolto nel meccanismo di gioco. Un regista offensivo con numeri da centravanti. E ultimamente deve segnare più di un gol a partita per essere sicuro. Il calciatore del Sassuolo ha parlato a Sky Sport al termine della partita

LAVORO – Un successo figlio del lavoro. “A volte è difficile spiegare certe dinamiche. Ormai guardo solo al futuro voglio continuare a stupire e cerco di essere sempre positivo. Il mister ci chiede di legare il gioco e ci alleniamo tantissimo durante la settimana. Quello che si vede è il frutto di tanto lavoro in allenamento. Sicuramente per un attaccante segnare è sempre il massimo, mi metto a disposizione della squadra, ma i gol li condivido anche con i miei compagni. Stacchiamo dal campionato sereni e pronti a ripartire con maggiore convinzione. Non ci poniamo limiti, ce la giochiamo con tutti e vediamo alla fine in che posizione saremo”.

RIVELAZIONE – Un calciatore di “categoria”. Caputo nel Sassuolo è una rivelazione. Uno spessore di cui neanche lui era consapevole. “Come ho sempre fatto nella mia carriera mi sono sempre allenato al massimo. Ho trovato la dimensione giusta e un allenatore che valorizza le mie caratteristiche. Mi sento ancora un ragazzino, sto bene, mi diverto. Quando c’è entusiasmo e il fuoco dentro mi diverto. Del Piero mi deve ancora offrire la cena, so che è ancora bloccato a Los Angeles, aspetteremo tempi migliori”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy