Sarri su Kepa: “Non vogliamo mica ucciderlo, se gioca o no è un messaggio per il gruppo. Ma i calciatori mi rispettano”

Sarri su Kepa: “Non vogliamo mica ucciderlo, se gioca o no è un messaggio per il gruppo. Ma i calciatori mi rispettano”

Maurizio Sarri in conferenza stampa non si nasconde e parla del caso Kepa, toccando diversi argomenti legati alla mancata sostituzione del portiere nella finale di Carabao Cup.

di Redazione Il Posticipo

Maurizio Sarri in conferenza stampa non si nasconde e parla del caso Kepa…

KEPA – “Ho parlato con Kepa, ho parlato con tutti. Ha chiesto scusa allo staff, ma non era abbastanza. Ha chiesto scusa ai giocatori e al club. Lui ha fatto un grande errore, ma noi dobbiamo guardare oltre. Non vogliamo mica ucciderlo“. Ma Kepa può tornare subito in campo? “Non so se giocherà, devo deciderlo. Penso sia in forma, ha fatto solamente recupero ieri ma credo sia ok. Ma sarà una decisione per il gruppo, per tutti i calciatori“.

IL GRUPPO – Qualcuno ha puntato l’indice sul fatto che nessuno dei calciatori sia intervenuto…“È stata una situazione molto particolare, quindi i calciatori erano sotto shock. Era impossibile reagire subito“. E Sarri spiega che la multa non l’ha decisa lui. “È stata una scelta del club. Qui ci sono delle regole e quindi deve accettare la decisione della società“. Resta comunque il dubbio sull’utilizzo… “Devo dare un messaggio al gruppo, con o senza Kepa in campo. Devo decidere cosa è meglio per il gruppo“.

RISPETTO – Ma chissà se dopo questo weekend il portiere sarà pronto per giocare… “Deve esserlo. Ha fatto un errore, ci sono delle conseguenze. Se gioca deve essere pronto, se sta in panchina anche“. Una situazione, quella di Kepa, che rischia di minare le fondamenta del suo lavoro e avere conseguenze durature? “No, dopo domenica per me è tutto finito“. Intanto però resta la passeggiata verso il tunnel, un momento…storico. “Avevo bisogno di un minuto per calmarmi“. Ma la domanda che tutti si pongono è una: la squadra segue ancora Sarri? Lo rispetta? “L’hai vista la partita? Quindi conosci la risposta. Io dico di sì“. Chissà cosa ne penserà il campo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy