Sannino esalta Dybala: “L’ho allenato è un bravo ragazzo, gli serve solo tempo”

L’ex allenatore del Palermo, che conosce bene la Joya, invita alla calma.

di Redazione Il Posticipo

Dybala e la Juventus, un percorso in altalena. Ad ogni calo di forma del talento argentino, tutto è rimesso in discussione, rinnovo compreso. Sannino, uno che il ragazzo lo conosce bene, è intervenuto a Radio Bianconera per parlare del “caso”, invitando alla calma. Anche nel giudicare Pirlo.

CALMA – L’ex tecnico rosanero ritiene che l’argentino non possa essere considerato un problema. “Ormai se ne parla da troppo tempo. Io l’ho allenato quando era giovanissimo e credo che sia un bravo ragazzo con una grandissima umiltà. Solo il club conosce realmente lo stato d’animo di questo ragazzo. Personalmente ritengo che Dybala abbia dimostrato di essere un grandissimo fuoriclasse. E anche lo scorso anno è stato uno dei migliori. Difficile pensare  che all’improvviso non sia più in grado di mettere a disposizione il suo talento. Serve tempo, anche se capisco che la pressione faccia parte del gioco. Tuttavia, non credo sia giusto parlarne come se fosse un problema della Juventus. Anzi, direi che tutti gli allenatori vorrebbero avere questo tipo di problemi”.

PIRLO  – La stessa pazienza servirebbe anche con la Juventus di Pirlo. Una squadra ai primi passi in un campionato che lascia molto spazio ai recuperi. “La Juventus è partita con un nuovo progetto tecnico. E ingaggiando Pirlo avrà sicuramente messo in preventivo che non potesse essere quella macchina perfetta vista con allenatori affermati come Conte, Allegri e  in parte con Sarri. Pirlo è alla prima esperienza e deve pagare un piccolo scotto. Io credo che sia una Juve che debba ancora ritrovare la propria fisionomia, ma è una squadra forte. Siamo ancora all’inizio, è un campionato tutto da decifrare e Pirlo potrà solo migliorare. Non escludo che possa scegliere un tridente con Morata, un centravanti che dà respiro alla manovra. Sta a Pirlo trovare il modulo giusto per farli coesistere, ma credo che la Juventus sia ancora la squadra da battere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy