Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Sané spegne le polemiche…con l’ex vicino di casa: “Ho un buon rapporto con Guardiola, difficile lasciare il City”

Guardiola ha sempre creduto molto in Sané, peccato per gli infortuni. Nell'ultimo anno e mezzo si è parlato spesso di dissapori tra i due ma ora che se ne è andato, Sané vuole spegnere le polemiche con quello che fino a qualche settimana fa...

Redazione Il Posticipo

Chi lascia la strada vecchia per quella nuova, sa quello che perde ma non sa quello che trova. Così dicono, almeno. Ci sono dei calciatori che però sanno bene a cosa vanno incontro. Qualsiasi giocatore acquistato da un club come il Manchester City sa che, con la qualità dell'11 titolare, ci sono ottime probabilità di fare panchina. E spesso di fare le riserve delle riserve. Così, quando arriva la corte di un altro grande club che però offre meno competizione... i giocatori accettano la strada nuova. Per quanto enigmatica possa sembrare. Ecco l'estate di Leroy Sané e la sua scelta di lasciare il City. Ma con Pep... è tutto ok.

RAMMARICO - L'unico rammarico dell'allenatore spagnolo è quello dell'addio. Guardiola ha sempre creduto molto in lui ma non è mai riuscito a schierarlo con continuità a causa dei suoi frequenti infortuni. Nell'ultimo anno e mezzo si è parlato spesso di dissapori tra i due ma ora che se ne è andato, Sané vuole spegnere le polemiche. "Il nostro rapporto è buono. Non c'è mai stato un momento in cui uno si è stancato dell'altro e sono davvero grato per tutto ciò che mi ha insegnato" si legge sul Daily Star.

VICINO - "Guardiola mi ha aiutato a un altissimo livello. È meticoloso e vuole far migliorare i giocatori ogni giorno. Insiste molto sulla tattica ma è positivo, mi ha aiutato molto. Abbiamo addirittura vissuto nello stesso palazzo e ci vedevamo spesso". Insomma, un anno e mezzo di... fuoco di paglia. Il ragazzo continua: "Non è stato facile per me lasciare il City. Pep e la sua squadra fantastica sono il motivo per cui ci ero andato a Manchester. Ma nella mia testa c'era voglia di fare qualcosa di nuovo. L'idea e i piani del Bayern coincidevano meglio con le mie idee, ecco perché ho fatto questa scelta". Sané, infine, parla addirittura di mercato parlando di David Alaba e del suo accostamento proprio al City. "Spero che resti, mi piacerebbe giocare con lui. È un bravo ragazzo e un gran calciatore. Uno dei migliori terzini sinistri e ha provato di essere eccezionale anche come centrale".