Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Sané: “Non ho fatto una buona stagione, ora tutto sull’Europeo”

(Photo by Lars Baron/Getty Images)

Non basta nemmeno l’alibi del brutto infortunio che lo ha tenuto a lungo lontano dai campi: è lo stesso Sané a non darsi scuse ed aspettarsi molto di più da se stesso. Ora spera nel riscatto europeo.

Redazione Il Posticipo

Inutile nasconderlo. Lo sa lui, lo sanno i tifosi, lo sa Flick e lo sa anche Julian Nagelsmann: Leroy Sané non è decisamente reduce dalla propria miglior stagione. L’ala tedesca ex Schalke 04 e Manchester City è arrivata la scorsa estate a Monaco nell’entusiasmo generale ma non ha ancora rispettato le attese. Viste le sue rinomate abilità, il suo buon rendimento non basta. Non basta nemmeno l’alibi del brutto infortunio che lo ha tenuto a lungo lontano dai campi: è lo stesso Sané a non darsi scuse ed aspettarsi molto di più da se stesso. Ora spera nel riscatto europeo.

MALE MA... - Il tedesco ha ammesso in un’intervista a Goal.com di non essere stato all’altezza della situazione nella sua prima stagione all’Allianz Arena ma ora ha tutte le buone intenzioni di riscattarsi nel campionato europeo di questa estate. “So di non aver giocato una stagione straordinaria. Per me è stata dura a causa della pausa per il coronavirus e per l’infortunio al ginocchio. Era importante tornare al mio ritmo, tornare in forma e l’ho fatto. Ora sto concentrando tutte le mie energie sul campionato europeo. Sarebbe un vero sogno vincere questo titolo. Dobbiamo dare il meglio di noi e ci stiamo preparando molto bene”.

 (Photo by Michael Regan/Getty Images)

NON PER LUI - In effetti, la stagione di Sané si riflette un po’ su quella che negli ultimi anni è la forma della propria nazionale: innegabili mezzi tecnici che fanno una fatica enorme a palesarsi. “C’è una certa pressione ma ognuno di noi non vede l’ora di affrontare questa sfida”. Il giocatore, in ogni caso, conclude la propria stagione con numeri invidiabili per molti altri: 10 gol e 12 assist in 44 partite. Solo in 18 di queste, però, è stato titolare. Numeri fantastici per un giocatore ‘normale’; non per Sané, non per quello che ha già fatto vedere in Bundesliga con lo Schalke e in Premier League con il Manchester City.