Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Sané dalla padella alla brace, subentra e viene sostituito dopo mezz’ora. E Matthäus punge: “Ecco perchè Guardiola l’ha lasciato andare…”

(Photo by Lars Baron/Getty Images)

Quando Leroy Sané si è finalmente trasferito al Bayern Monaco, dopo mesi se non anni di tira e molla e di corteggiamento reciproco, sembrava arrivato per lui il momento della vera consacrazione. Alla fine il matrimonio si è fatto, ma per il...

Redazione Il Posticipo

Quando Leroy Sané si è finalmente trasferito al Bayern Monaco, dopo mesi se non anni di tira e molla e di corteggiamento reciproco, sembrava arrivato per lui il momento della vera consacrazione. Del resto a Manchester sponda City le cose non andavano benissimo per il tedesco. Tutta colpa di un rapporto non proprio idilliaco con Pep Guardiola, che pure lo aveva portato all'Etihad come uno dei suoi primi e più importanti acquisti. In quattro stagioni in Premier League, però, il catalano non ha mai dato del tutto fiducia all'esterno, che per tutta risposta ha iniziato a flirtare con il Bayern. Alla fine il matrimonio si è fatto (per una sessantina di milioni di euro), ma per Sané non sembra essere cambiato molto.

DENTRO...E FUORI - Anzi, il match dei campioni di Germania contro il Bayer Leverkusen si è trasformato...in una specie di umiliazione per il tedesco, che ha subito uno degli affronti peggiori per un calciatore: il subentro seguito dalla sostituzione. Come spiega la Bild, Sané è infatti entrato verso la fine del primo tempo per sostituire l'infortunato Coman. E sembrava anche aver portato fortuna ai bavaresi, considerando che pochi minuti dopo il solito Lewandowski aveva riportato il match in parità, andando a livellare la rete dell'ex romanista Schick. Durante la ripresa, però, Flick ha apportato qualche modifica tattica allo schieramento e ha deciso...di tirare fuori proprio Sané per far posto al giovane talento Musiala, portando poi a casa la partita con il secondo gol del centravanti polacco.

 (Photo by Michael Regan/Getty Images)

CRITICHE - Risultato, appena 36 minuti in campo per l'ex Manchester City, dal trentaduesimo al sessantottesimo. Un qualcosa di cui il calciatore non può essere certo felice, ma che comunque sembra aver preso con una certa filosofia. "All'inizio la sostituzione è stata una sorpresa per me, non lo sapevo. Ma una volta può anche succedere". Ma Lothar Matthäus ha una mezza idea del vero problema di Sané... "Giocare da titolare significherebbe che nelle gerarchia deve superare Coman e Gnabry, il che non è facile. E deve abituarsi al gioco del Bayern, al pressing alto e aggressivo. In fase difensiva ha comunque dei deficit. Deve lavorarci su, visto che questo è probabilmente il motivo per cui Guardiola l'ha lasciato andare, perché Sané non lavora bene in difesa come si aspettava". Insomma, un momentaccio per il tedesco...

Potresti esserti perso