Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Soldato Son, attenti! Il coreano comincia il servizio militare, tra marce, fucili e gas lacrimogeni

È davvero il caso di dirlo, salvate il soldato Son. L'attaccante del Tottenham sperava di aver evitato il servizio di leva obbligatorio, ma la pausa forzata gli ha giocato un brutto scherzetto. Ecco cos'è che toccherà fare al calciatore di...

Redazione Il Posticipo

È davvero il caso di dirlo, salvate il soldato Son. L'attaccante del Tottenham sperava di aver evitato il servizio di leva obbligatorio in Corea del Sud, ma la pausa forzata gli ha giocato un brutto scherzetto. Visto che non si gioca, il suo paese lo ha richiamato per una breve quanto significativa parentesi sotto le armi, tanto per assolvere l'obbligo da cui invece i suoi connazionali non possono proprio esimersi. E TheKorea Herald pubblica le foto del suo arrivo al campo di addestramento sull'isola di Jeju.

VERSIONE RIDOTTA - Son prenderà parte a una versione ridotta dell'addestramento, come spiega un ufficiale del corpo dei Marine alla Reuters. Ma per l'attaccante del Tottenham si prospettano comunque tempi duri. "Quando sei nell'esercito devi essere in grado di sparare con un fucile, di respirare i gas e. di partecipare a una battaglia, rotolandoti e strisciando sul terreno. Durante la marcia, normalmente, le reclute del corpo dei Marines dovrebbero portare quaranta chili di equipaggiamento. Ma può essere reso più leggero per quelli che fanno il corso alternativo, dipende dal programma". Oltre a queste attività, per Son ci sarà anche un'educazione disciplinare e esercizi legati alla chimica, alla biologia, alla radiologia e alla tecnologia nucleare. Un vero e proprio corso rapido, che invece di durare i 21 mesi previsti dall'ordinamento coreano sarà di tre settimane.

CONTAGIO - Settimane in cui la sicurezza attorno alla base sarà implementata. Il calciatore è una celebrità assoluta in Corea del Sud e il suo ritorno in patria per l'addestramento è un evento che più mediatico non si può. Di conseguenza, c'è un fondato terrore che i tifosi del classe 1992 si assembrino attorno alla base, rischiando di contribuire a un nuovo picco di casi di Covid-19. Da qui la richiesta ad evitare di curiosare, direttamente sulla pagina Facebook del coreano. "Vista la situazione che riguarda il Covid-19 dobbiamo evitare grandi assembramenti di persone. Per cooperare con la politica governativa, Son ha deciso di prendere parte a un allenamento 'a porte chiuse', senza comunicarlo in anticipo. Per evitare ulteriori rischi con il coronavirus, vi preghiamo di evitare di venire sull'isola a vedere Son". Chissà se basterà a convincere i tantissimi tifosi del talento di Mou...